Pubblicato il

Tra i progetti dell'Europa anche una metro tra Roma e l'aeroporto di Fiumicino

FIUMICINO – Nell’elenco preliminare dei progetti del corridoio di trasporto transeuropeo Scandinavia-Mediterraneo (ScanMed) c’è il progetto di una nuova linea metropolitana fra la città di Roma e l’aeroporto di Fiumicino. L’opera, la cui data di consegna è il 2019, ha un costo di 300 milioni di euro (possibili fondi pubblici, privati e cofinanziamenti Ue) e ha come ente promotore le autorità locali. Secondo quanto riferisce lo studio tecnico pubblicato da Bruxelles, lo scalo di Fiumicino è il secondo più trafficato (36 milioni di passeggeri) del corridoio europeo dopo quello di Monaco in Germania (38 milioni). L’aeroporto italiano “beneficerà di grandi lavori – si legge nel documento – per migliorare l’accessibilità e alleviare la congestione sull’autostrada che lo collega a Roma. Fra questi progetti, una nuova linea della metro  è previsto che venga aperta nel 2019 e nuove complanari su entrambi i lati dell’autostrada entro il 2025”. Nell’elenco dei progetti per migliorare l’accessibilità all’aeroporto risultano anche quelli di RFI: ammodernamento del collegamento ferroviario per il 2020 (si è parlato di portare l’Alta velocità fino al Leonardo Da Vinci), il cui costo è da definire, e completamento della circonvallazione nord del nodo ferroviario romano per il 2030 (550 milioni). Nello studio si parla inoltre di “una nuova rete stradale che attraversi il Tevere, all’inizio dell’autostrada Roma Fiumicino dal centro e sull’asse che collega Ostia con l’aeroporto”. Questo elenco servirà da linea guida per la realizzazione del corridoio, il più esteso dei nove previsti a livello Ue, entro il 2030. L’asse ScanMed parte da Finlandia, Svezia e Norvegia per poi attraversare Danimarca, Germania, Austria, poi Italia, con la rotta principale Bologna-Roma-Napoli e Palermo-Napoli, arrivando fino a Malta.

ULTIME NEWS