Pubblicato il

Sversamento di cherosene: la questione approda anche nel consiglio comunale di Civitavecchia

FIUMICINO – C’erano anche il consigliere Dario Menditto ed il presidente del consiglio comunale Alessandra Riccetti, in rappresentanza del Comune di Civitavecchia, al consiglio comunale aperto di Fiumicino svoltosi  mercoledì in merito al sequestro dell’oleodotto Civitavecchia-Fiumicino. A tal proposito la Riccetti afferma di voler affrontare la questione anche nell’ambito del consiglio comunale della città portuale: “Il danno causato dallo sversamento di 30 tonnellate di jet fuel nel comune di Fiumicino – dice la Riccetti – dallo stesso oleodotto che si sviluppa per diversichilometri anche nel sottosuolo del nostro comune, è incalcolabile poiché credo che nessuno sia in grado di quantificare in che misura si ripercuoterà sull’ambiente e sulla nostra salute”. “Oltre al danno immediato ed evidente, dovuto alla moria di centinaia di animali, – prosegue la Riccetti – quale quantità è entrata nel “circolo ambiente” e quindi nella catena alimentare? E’ questo l’aspetto più preoccupante visto che all’apice della catena alimentare ci siamo noi. L’ambiente è un sistema dinamico attraverso il quale le sostanze tossiche si diffondono, attraverso l’aria le acque le falde acquifere mobili ed è per questo che dobbiamo ritenerci tutti coinvolti”. “Resto esterrefatta – aggiunge – su come un colosso come Eni, società leader del mondo che si avvale dei migliori collaboratori, non abbia messo a punto un sistema di sicurezza volto anche a limitare al massimo la fuori uscita di carburante. La concezione di tale sistema limiterebbe sia la ripercussione ambientale e quindi salvaguardia la nostra salute ma anche la perdita in termini economici che Eni subisce a livello globale in seguito ad effrazioni. Un ulteriore beneficio Eni lo avrebbe anche in termini di assicurazione”. “Per questo – conclude il presidente del consiglio comunale di Civitavecchia – è nostra intenzione portare in consiglio comunale a Civitavecchia un ordine del giorno sul tema. Ben venga  la partecipazione di Civitavecchia ad una commissione speciale con i comuni di Fiumicino, Santa Marinella, Cerveteri, Ladispoli e Roma che avrà il compito di monitorare e vigilare sulla sicurezza di tale infrastruttura e sulla tutela ambientale e della nostra salute”.

ULTIME NEWS