Pubblicato il

Disservizi tpl, presentato un esposto

CIVITAVECCHIA – «Siamo stanchi e vogliamo combattere per i diritti di mio figlio e di tutti i ragazzi diversamente abili». I genitori di Fabrizio, dopo aver denunciato l’ennesimo disservizio subito nel trasporto pubblico, per via di pedane che definiscono non a norma, e aver letto le dichiarazioni del delegato Piermarini, hanno chiarito di essersi rivolti ai carabinieri per presentare un esposto sulla vicenda. “In questo contesto – hanno spiegato – non abbiamo mai ricevuto solidarietà da parte della politica, nè dal Sindaco ma solo il delegato che ha sempre ascoltato e riportato le dichiarazioni di Argo senza aver mai parlato con noi. Intanto per l’ennesima volta proprio per l’incompetenza di Argo nello svolgere il servizio mio figio, disabile carrozzato, è stato lasciato in fermata per circa un’ora, a causa della disorganizzazione e non idoneità dei mezzi che ancora, ribadisco, che non posso esercitare Tpl con pedane telescopiche che, secondo noi e secondo il ministero dei Trasporti, potrebbero servire solo in caso di guasto della pedana elettrica su una seconda uscita a norma. Molte volte ce ne siamo tornati a casa perché Fabrizio non è potuto salire sull’autobus senza denunciare nulla per mandare il mondo in pace, ma ora siamo stanchi. Una cosa è certa: non ci fermeremo fino a che non avremo un Tpl adeguato per i diversamente abili”.

ULTIME NEWS