Pubblicato il

Nucleo sommozzatori: 15 anni di lavoro al servizio del territorio

SANTA MARINELLA. Tante le attività del gruppo che oggi alle 16 inaugura la nuova sede. La squadra è formata da volontari abilitati al soccorso in mare ma non solo

SANTA MARINELLA. Tante le attività del gruppo che oggi alle 16 inaugura la nuova sede. La squadra è formata da volontari abilitati al soccorso in mare ma non solo

di GIAMPIERO BALDI

SANTA MARINELLA – Cosa c’è dietro l’inaugurazione, in programma oggi pomeriggio alle 16, della nuova sede del Nucleo Sommozzatori di Santa Marinella? Una serie infinita di attività collegate al mare. Un gruppo di volontari che nel corso dei loro 15 anni di servizio hanno salvato diverse vite umane, intervenendo sempre con immediatezza nelle situazioni di massimo pericolo, quali il recupero di natanti in difficoltà, il salvataggio di bagnanti, la partecipazione alle operazioni di soccorso nei terremoti e nelle alluvioni. Nel 2005 al Nucleo Sommozzatori è stata conferita la medaglia di bronzo di benemerenza dal Consiglio dei Ministri per aver partecipato ai funerali del Papa. Nel 2009 ha ricevuto la medaglia di bronzo per aver partecipato al terremoto in Abruzzo. Nel 2012 invece gli è stata conferita la medaglia d’oro dal Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio e l’attestato anti incendio boschivo elitrasportato. I volontari sono in possesso di tutti quei brevetti necessari per essere pronti a fornire un servizio efficiente, efficace e qualificato. La squadra è formata da volontari con qualifica brevettata di istruttore, di aiuto istruttore, in possesso di patente nautica per la conduzione delle imbarcazioni di soccorso di sommozzatori di primo e secondo livello, tutti abilitati al Blsd. Oltre al soccorso sanitario in mare, il Nucleo Sommozzatori ha nel suo statuto la valorizzazione del patrimonio naturale con un occhio particolare sull’ambiente marino, il soccorso sanitario in mare, la valorizzazione, la  promozione e la diffusione della ricerca scientifica di particolare interesse sociale, l’istituzione di una scuola di attività subacquea con il rilascio di brevetti, la formazione di centri estivi e invernali con finalità sportive e culturali sul mondo marino, l’adesione, in Italia ed all’estero a qualsiasi attività che sia giudicata idonea al raggiungimento degli scopi sociali. Per quel che riguarda i rapporti con gli enti istituzionali si segnalano collaborazioni con
la Regione Lazio, la Capitaneria di Porto di Civitavecchia, la Polizia Municipale, i Carabinieri di Santa Marinella e Civitavecchia, la Polizia Marittima e la Guardia di Finanza, la Pro Pirgy, la Misericordia, la Croce Rossa Italiana, i Boy Scout, l’associazione Stella Polare con la quale, da oltre due anni, porta avanti il progetto “Traversata per una Stella” con i ragazzi disabili, la Lega Navale di Civitavecchia, l’Università La Sapienza di Roma e l’Università Federico II di Napoli.

ULTIME NEWS