Pubblicato il

Folla commossa ai funerali di Forno

Folla commossa ai funerali di Forno

CIVITAVECCHIA – Una folla commossa ha dato questo pomeriggio l’ultimo saluto ad Eugenio Forno, il 49enne civitavecchiese vittima nella tarda mattinata di lunedì di un tragico incidente su via Nuova di San Liborio. A bordo della sua moto si è scontrato con un compattatore di Città Pulita che, attorno alle 12.45, stava effettuando le operazioni di raccolta dei rifiuti nella zona. In tanti si sono stretti attorno ad una famiglia distrutta. I genitori, il fratello, e soprattutto la moglie e le due figlie, di tredici e due anni. Presenti amici, parenti, colleghi di lavoro e compagni di musica, ed anche rappresentanti dell’amministrazione comunale, con lo stesso sindaco Antonio Cozzolino. La chiesa della Santissima Trinità al Faro non è riuscita a contenere la tantissima gente: molti infatti si sono radunati all’esteno della parrocchia.
Intanto proseguono le indagini della Polizia Locale, coordinate dal sostituto procuratore Alessandra D’Amore. Indagato come atto dovuto l’autista del mezzo, assistito dall’avvocato Roberto Immediata. Il dipendente di Città Pulita è ancora sotto choc «e non riesce a togliersi dalla mente – ha spiegato lo stesso avvocato – il momento dell’incidente». La famiglia Forno si è invece affidata agli avvocati Davide capitani e Leonardo Roscioni. Si attende, a questo punto, la perizia di natura cinematica disposta proprio dalla Procura, con l’affidamento al consulente previsto per il 12 febbraio. L’obiettivo è fare luce e ricostruire con esattezza la dinamica dell’incidente, con i due mezzi attualmente sotto sequestro. «Ci chiediamo – hanno spiegato i legali della famiglia Forno – come sia possibile far circolare un mezzo del genere in un orario come quello in cui è avvenuto l’incidente, attorno alle 12.45, peraltro in prossimità delle scuole».

ULTIME NEWS