Pubblicato il

Maltempo, disagi a Cerveteri, Ladispoli e sulla linea ferroviaria

di DANILA TOZZI

LADISPOLI – Pioggia a catinelle, vento e freddo. Altra giornata di passione a Ladispoli, ma un po’ su tutto il territorio, a causa del maltempo che ha imperversato fino al tardo pomeriggio, tornando a creare (come già a novembre) problemi e disagi alla cittadinanza. A Ladispoli, nei pressi di Pizzo del Prete, un tronco ha ostruito il canale di scolo del fosso Vaccina causandone l’esondazione che ha allagato i terreni circostanti. Allagata anche via Fratelli Bandiera. Grande lavoro da parte degli uomini della Polizia municipale e della Protezione civile che per l’intera giornata hanno risposto alle tante telefonate di richiesta d’intervento per allagamenti nelle case e nei garage: in particolare in alcuni scantinati nella zona Caere Vetus e nelle campagne lungo via Roma. A via Firenze e a via Roma, addirittura alcuni commercianti non sono riusciti ad aprire le loro attività commerciali. Inoltre a causa delle piogge intense che hanno colpito l’area intorno al fosso Vaccina un arbusto di grandi dimensioni ha ostruito il passaggio dell’acqua e dei detriti nel letto del torrente sotto al ponte ferroviario, determinando l’ostruzione e la conseguente fuoriuscita dell’acqua fin sulla strada. L’unica scuola chiusa a scopo cautelativo è stato la succursale del Liceo Sandro Pertini a via Nazario Sauro per il fango trovato all’interno dell’edificio. L’istituto resterà chiuso anche per la giornata di domani. Il Vaccina non ha infatti straripato, ma è uscita dell’acqua dall’argine più basso. Altra zona in allerta in cui risultano allagamenti è quella di Torre Flavia dove sono intervenute alcune ruspe per permettere il defluire dell’acqua. Il sindaco Crescenzo Paliotta di Ladispoli ha così commentato i danni dell’ondata di maltempo che si è abbattuto sulla città balneare. “Gli allagamenti – ha spiegato Paliotta –  sono dovuti in gran parte alla difficoltà di regimentare le acque piovane di Pizzo del Prete, la zona compresa tra l’Aurelia e la Ferrovia, dove sono state ostruite, sia da privati che da altri interventi di opere pubbliche, molte delle scoline preesistenti. Altro motivo di allagamento è stata la parziale ostruzione del ponte posto sotto la linea ferroviaria, ponte che alla luce delle precipitazioni dell’ultimo anno risulta avere un’ampiezza insufficiente. Fermo restando la serie di interventi d’urgenza che si stanno facendo in queste ore per liberare dalle acque scantinati e vie pubbliche, l’amministrazione sta programmando già dai prossimi giorni un massiccio intervento per riportare la rete stradale alla normalità”. Disagi anche a Marina di Cerveteri, dove il temporale nella notte ha allagato il sottopasso ferroviario con problemi sulla linea Fl5 per i tanti pendolari da e per Civitavecchia con i treni in ritardo anche di 20 minuti a causa dell’allagamento, non solo del sottopasso di Marina di Cerveteri, ma anche di Santa Severa che ha costretto i macchinisti a viaggiare su un solo binario a senso alternato.

  
 

ULTIME NEWS