Pubblicato il

"Assunzioni al porto, interessante valutare anche le vecchie gestioni"

CIVITAVECCHIA – «Ci troviamo di fronte a due posizioni opposte: da una parte alcuni senatori e deputati Pd che avanzano interrogazioni parlamentari che, di fatto denunciano un’opera clientelare praticata dall’Autorità Portuale di Civitavecchia in ordine all’assunzione di personale apicale e non. In questo senso ne verrebbero fuori degli abusi fatti dal citato ente sull’utilizzo di soldi pubblici». La dichiarazione arriva da Patrizia Mangano, membro del direttivo Pd: « In questo contesto emerge una posizione del presidente Monti che dichiara palesemente false le accuse contenute nell’interrogazione presentata dai suddetti parlamentari. Ora se è vero che è difficile  immaginare che i senatori e parlamentari che hanno presentato le interrogazioni siano stati così sprovveduti da citare fatti e dichiarazioni non contenuti nei documenti scaturiti dall’ispezione è altrettanto vero che non si può ritenere tanto sprovveduto il presidente dell’Autorità portuale che dichiara essere false alcune dichiarazioni  sostenute – si legge nella nota – è  perciò utile che sia fatta chiarezza sull’intera vicenda ed ognuno per la sua parte. Si tratterà di stabilire da chi e quando queste assunzioni siano state fatte, se sono stati osservati i criteri di competenza basati sulla professionalità o se si è trattato di operazioni semplicemente clientelari. Un’opera di verità che non può riguardare solamente Monti ma che va estesa anche alle precedenti presidenze: quella di Moscherini, per esempio, ma anche quella di Fabio Ciani». «Io stimo il presidente Monti e non vorrei che  tanto l’interrogazione quanto le recenti polemiche sollevate dal Sindaco di Fiumicino siano finalizzate alla sostituzione dell’attuale vertice di molo Vespucci per metterci qualcun altro.  La nuova politica, quella del rinnovamento – conclude – implica la fine delle carneficine e l’annientamento delle risorse umane per fini di parte».

ULTIME NEWS