Pubblicato il

Il Gnl al porto entra in commissione ambiente

CIVITAVECCHIA – Commissione ambiente dedicata al porto, ieri mattina, a Palazzo del Pincio. Oltre tre ore di riunione alla quale hanno partecipato il dirigente dell’ufficio Ambiente dell’Autorità Portuale Calogero Burgio, alcuni tecnici di Molo Vespucci e i membri del comitato etico scientifico presieduta dal dottor Mario Almerighi. Un’audizione intensa e ricca di spunti su cui riflettere, convocata dal presidente Fulvio Floccari, alla presenza dei consiglieri di maggioranza Menditto, Carlini e Fortunato, dell’assessore all’Ambiente Alessandro Manuedda e dei consiglieri di minoranza Daniele Perello e Marco Di Gennaro. Si è parlato di ambiente, di sostenibilità e di possibili strade da seguire, che siano percorribili, che non abbiano tempi biblici di attuazione e costi ragionevoli. E si è andati al di là dell’elettrificazione delle banchine, che potrebbe rappresentare una soluzione non pienamente fattibile. È stata infatti sottolineata la possibilità di percorrere la strada su cui l’Authority ha puntato già da tempo, quella cioè dell’utilizzo di Gnl,  gas naturale liquefatto, che va quasi ad azzerare le emissioni di ossido di zolfo e abbatte notevolmente quelle di azoto. L’Europa ha fissato un limite per lo zolfo ancora più rigoroso dello 0.1 % entro il 2015; questo spinge a percorrere quindi questo tipo di iniziative, economicamente sostenibili. Il progetto di Molo Vespucci è quello anche di creare una stazione di bunckeraggio. In Italia al momento non c’è un impianto del genere: il progetto è già stato avviato. L’area è già stata individuata nella zona nord del porto.

ULTIME NEWS