Pubblicato il

La Cp305 in prima linea a Lampedusa

CIVITAVECCHIA – Sono in prima linea, impegnati nelle operazioni di soccorso nel canale di Sicilia. E in questi giorni stanno operando in condizioni meteomarine avverse, con mare forza otto, imbarcati per 28 ore. La stanchezza è tanta, ma il lavoro è delicato. Anche l’equipaggio della Capitaneria di Porto di Civitavecchia, a bordo della motovedetta Cp305, cinque uomini coordinati dal comandante Daniel Perilli, è impegnato in prima linea a Lampedusa. Anche la Cp305 è intervenuta infatti domenica notte, insieme ad un’altra unità e a due mercantili, per il soccorso dei 105 migranti su un barcone alla deriva a largo delle acque libiche. Ventinove di questi sono morti; sette lo erano già all’arrivo dei soccorsi, altri 22 erano in condizioni gravissime e non hanno resistito al freddo, deceduti durante il trasporto. Ma il bilancio rischia di essere più grave, perché tra i profughi sbarcati a Lampedusa ce ne sono altri in gravi condizioni. Un’altra tragedia del mare che fa nascere dubbi e polemiche.

Manuela Busnengo

ULTIME NEWS