Pubblicato il

Ugl al fianco degli ex tirocinanti

CIVITAVECCHIA – “Ma è mai possibile che a pagare siano sempre i ceti più deboli quando cambia un’amministrazione comunale?”. Se lo chiede il reggente provinciale Ugl Fabio Paesani, all’indomani dell’occupazione dell’aula Pucci. “La precedente giunta comunale – ha ricordato – aveva avviato un percorso per dare lavoro ad una quarantina di persone con delle borse lavoro formando un paio di cooperative con il contratto da tirocinanti. E stando all’ex assessore Enrico Leoapardo il costo complessivo di tutti i tirocinanti si aggirava intorno ai 200mila euro, cifra che alcuni dirigenti la percepiscono da soli, mentre non ci sembra una cifra esorbitante se parliamo di 4045 persone. Noi dell’Ugl pensiamo che uno dei doveri primari di un Comune sia quello di occuparsi delle problematiche sociali, ancora di più ce lo aspettavamo da questa nuova politica, ma purtroppo così non è, anzi ci sembrano alquanto ostili a queste tematiche. Questi ragazzi hanno fatto il sacrificio per pochi spiccioli – ha aggiunto Paesani – proprio nella prospettiva di un lavoro più dignitoso; infatti la parola tirocinio presuppone una formazione degli stessi e una volta formati dovrebbero andare a ricoprire i ruoli di appartenenza con un lavoro stabile. Oggi queste persone non solo non hanno ottenuto il posto che gli aspettava ma hanno perso anche quel poco che avevano, proprio per il fatto che la nuova giunta non ha dato continuità a progetti come questi. Noi saremo vicini a queste famiglie e intraprenderemo qualsiasi iniziativa che possa portare ad uno sbocco lavorativo, ridando dignità e serenità a questi lavoratori”.

ULTIME NEWS