Pubblicato il

“Tirrenica, sindaco latitante”

TARQUINIA. Rabbia e contestazioni all’indomani della chiusura da parte di Sat della strada Melledra Farnesiana. Marco Tosoni chiede le dimissioni del primo cittadino: “Mazzola e la giunta hanno perso il potere e la volontà di essere garanti dei diritti dei cittadini”  

TARQUINIA. Rabbia e contestazioni all’indomani della chiusura da parte di Sat della strada Melledra Farnesiana. Marco Tosoni chiede le dimissioni del primo cittadino: “Mazzola e la giunta hanno perso il potere e la volontà di essere garanti dei diritti dei cittadini”  

TARQUINIA – Rabbia e  contestazioni all’indomani della chiusura da parte della Sat dell’accesso alla Farnesiana sull’Aurelia. La strada è stata chiusa giovedì mattina con l’intervento delle forze dell’ordine che hanno fatto sgomberare con la forza i residenti della località tarquiniese in presidio già dalla notte. “Una chiusura – rimarca Marco Tosoni, uno dei residenti che hanno guidato la manifestazione in difesa del diritto alla mobilità – , avvenuta non con la ragione ma con la forza. Senza ordinanze comunali, senza nessuna comunicazione preventiva del Sindaco, ma solo con un comunicato stampa della Sat che chiude la strada senza rispondere alle sue responsabilità”. “Le istituzioni locali hanno lasciato alla Sat il potere su tutto il territorio – dice infuriato Tosoni – il potere di comunicare con i cittadini attraverso i giornali telematici; il potere di gestire le emergenze del traffico. Potremmo dire che il vero sindaco di Tarquinia sia il presidente della Sat. Come è potuto accadere? Semplicemente perché il Sindaco lo ha permesso, grazie alla sua latitanza, alla sua ormai dichiarata non volontà di imporsi sulla Sat per far rispettare le esigenze del territorio”. “Il Sindaco – ricorda Tosoni – aveva dichiarato che i cittadini sarebbero stati avvisati con una lettera. Una bugia. Doveva essere infatti il Sindaco ad avvisare i residenti della chiusura e del tracciato alternativo, invece ha preferito dileguarsi nel nulla, evitando, le responsabilità. Niente manifesti, niente riunione con la popolazione, forse per la stessa paura di non saper che dire, sul ponte sostitutivo sul fiume Mignone e sulla viabilità che manca. Oppure per non ammettere che quello che hanno sempre raccontato i ‘’professionisti delle manifestazioni’’, come li chiama il Sindaco, era la pura verità. Vale a dire che avrebbero chiuso senza preavviso, che il percorso alternativo sarebbe stato il giro di Peppe e che il ponte non c’era. Il Comune di Tarquinia alla Farnesiana non esiste, infatti per dirigere il traffico al posto dei vigili urbani, sul giro di Peppe abbiamo gli addetti della Sat, addestrati, come dice il comunicato, male visto che non riescono a gestire il budello di strada stretta e pericolosa. Sul giro di Peppe ci sono addetti della Sat  impegnati di giorno ma fino alle 19, poi non c’è più nessuno a garantire la sicurezza stradale. Non ci sono insegne chiare per chi non conosce la zona. Il web è ormai pieno di video del giro di Peppe, dove l’inadeguatezza della strada è evidente”.”Quella viabilità vergognosa del giro di Peppe – esplode Tosoni – dichiarata inadeguata dalla polizia stradale, il Sindaco ha lasciato che diventasse l’unica via d’uscita di tutto il flusso di traffico che entra ed esce dalla Farnesiana, Pian Boaro, Pian degli Organi, una strada che dovrà ospitare i mezzi agricoli, i mezzi pesanti e gli auto autoarticolati in appena 3 metri. Dall’ultima figuraccia, il Sindaco non ha avuto il coraggio di venire alla Farnesiana per affrontare i problemi di viabilità con i residenti, ha preferito lasciare il paese nelle mani di Sat che ne esercita da tre anni una vera e propria occupazione”. “Mauro Mazzola – conclude Marco Tosoni – deve rassegnare subito le dimissioni, per l’evidente inadeguatezza dimostrata negli anni nel difendere i diritti dei cittadini e la loro economia messa a rischio da scelte sbagliate. Mazzola dimettiti e rimetti di nuovo il potere in mano ad un Sindaco che abbia la volontà di fermare l’ingiustizia di chi sta minacciando e distruggendo Tarquinia. Quello che è successo mercoledì notte, quando alle 24,10 la SAT voleva iniziare i lavori di chiusura e quello che è successo giovedì mattina con lo sgombero da parte della polizia è la cosa più grave che potesse accadere ai residenti della Farnesiana, ignorati dal Sindaco e dalle istituzioni tutte”.
 

ULTIME NEWS