Pubblicato il

Tremila auto partite per l'America

Dalle 7 di ieri mattina fino alle 15 alla banchina 27 lo sbarco di 3mila Jeep Renegade. Monti: "Questo è solo l'inizio di una nuova era"

Dalle 7 di ieri mattina fino alle 15 alla banchina 27 lo sbarco di 3mila Jeep Renegade. Monti: "Questo è solo l'inizio di una nuova era"

CIVITAVECCHIA – Dal piazzale della banchina 27, dove erano state parcheggiate, alla nave diretta in America. Tremila Jeep Renegade prodotte nello stabilimento FCA di Melfi arrivate al porto, sono state imbarcate ieri con destinazione Baltimora, negli Stati Uniti.  Un lavoro importante per gli operai della Cpc e della Cilp, iniziato  alle 7 di mattina e concluso nella stessa giornata. Più di duecento persone  impegnate nello scarico dei 15 treni di auto, 180 invece per ciò che ha riguardato il carico. Soddisfatti sia il presidente della Compagnia portuale Enrico Luciani che il presidente dell’Autorità portuale Pasqualino Monti. «Siamo felici, per l’arrivo di queste Fiat e questo è solo l’inizio di un’era di sviluppo per il nostro porto – afferma Monti – l’ambizione è quella di diventare un punto, importante per il centro Italia nel settore merceologico e realizzare quello che abbiamo fatto in poco tempo vista la burocrazia del nostro Paese, non è stato facile. Stiamo iniziando a raccogliere i primi frutti di questo duro lavoro che si chiuderà quando il terminal container terminerà e  quando il nostro porto servirà il suo mercato di consumo, forse in città non si parlerà di disoccupazione».

ULTIME NEWS