Pubblicato il

"L'Orda Oliva" approda alla Cittadella della Musica

CIVITAVECCHIA- Una barca sospesa tra cielo e mare. Qualcosa da lasciarsi dietro. Una prospettiva non ancora a fuoco. Un sogno di riscatto. Incertezza. Tanta paura.Il teatro come occasione di incontro tra società civile e mondo recluso. Il Comune di Civitavecchia accoglie l’idea di creare un ponte che, attraverso la cultura che metta in connessione i suoi cittadini con gli istituti penitenziari presenti sul territorio e con le realtà che in essi operano. Il 27 febbraio a partire dalle 18 la Cittadella della Musica ospiterà “L’Orda Oliva”, lo  spettacolo liberamente tratto dal racconto “Il Lungo Viaggio” di Leonardo Sciascia, frutto del lavoro di riscrittura fatto dal laboratorio teatrale della Casa Circondariale di Civitavecchia.L’evento, promosso dalla Compagnia Teatrale “Sanguegiusto – Officine Teatro Sociale” e dall’Assessorato alla Cultura della Regione Lazio con il patrocinio della Città di Civitavecchia – Assessorato alla Cultura ed il contributo della Fondazione Cariciv, è ad ingresso libero ed è finalizzato alla raccolta di fondi in favore del progetto “Con Amleto Dentro”.

Lo spettacolo, che ha per protagonisti Massimo Lanzi, Massimiliano Mazza, Francesco Montella e Marco Pirisino, offre un interessante parallelo tra la situazione dei detenuti, sospesi tra un passato lasciato alle spalle e un futuro carico di aspettative, e quella degli immigrati che partivano illegalmente per l’America nel secolo scorso, spesso fuorilegge, analfabeti e vecchi, categorie alle quali nessuno avrebbe mai rilasciato un visto da emigrante. Una razza degradata, appunto un’orda dalla pelle color oliva.

L’Associazione Sanguegiusto, che dal 2008 anima laboratori artistici nella C.R. e nella C.C. diCivitavecchia, è lieta di presentare al pubblico il frutto di questo lavoro.

 

 

ULTIME NEWS