Pubblicato il

Si è sposata Khadije, "adottata" da Civitavecchia

CIVITAVECCHIA – È convolata a nozze la piccola Khadije , salvata dalla generosità dei civitavecchiesi, in modo particolare impiegati ed operai comunali. La ragazza è stata “adottata” dalla città, su spinta dell’allora sindaco Pietro Tidei e degli stessi uffici del Pincio. Tanto che tra gli anni Novanta ed i primi anni del Duemila Khadije è stata invitata in città per sottoporsi ad un delicato intervento di asportazione della tiroide, tornando per sottoporsi alle cure anche del Bambin Gesù. Alla grande festa da oltre 800 invitati nel campo profughi di Sabra e Shatilaalla periferia di Beirut anche l’ex sindaco Tidei. “È stata una grande gioia – ha commentato – vederla felice con il suo sposo”. I genitori di Khadije, Mohammad ed Amira, che l’ha sempre accompagnata a Civitavecchia, hanno voluto ringraziare lo stesso Tidei e, attraverso lui, tutta la città.

ULTIME NEWS