Pubblicato il

Indice di gradimento del sindaco Pascucci

CERVETERI. Prosegue la raccolta di firme avviata dal Partito Socialista che ne chiede le dimissioni. Adesioni di Forza Nuova e parte del Pd. Confusione in città: il sindaco può essere sfiduciato solo dal consiglio comunale

CERVETERI. Prosegue la raccolta di firme avviata dal Partito Socialista che ne chiede le dimissioni. Adesioni di Forza Nuova e parte del Pd. Confusione in città: il sindaco può essere sfiduciato solo dal consiglio comunale

di TONI MORETTI

CERVETERI – A Cerveteri l’argomento di conversazione più in auge è il tasso di gradimento del Sindaco Pascucci e della sua amministrazione. Tenuto conto che non si può essere confortati dai sondaggi perché ognuno se li fa in casa, in piazza, al bar o in qualche laboratorio artigiano, non si ha comunque certezza del risultato. Sta di fatto però che da qualche settimana un noto esponente politico del Partito Socialista, il dottor Pio De Angelis ha lanciato una raccolta di firme tra i cittadini per far si che il sindaco Pascucci prenda atto che il popolo non lo vuole più e, a suo dire, si dimetta. Alla chiamata alla pugna risponde con entusiasmo Forza Nuova che si mobilita immediatamente, mentre il Segretario del PD prima aderisce, poi si ritira a metà, perché mezzo partito non vuole e non tanto per esprimere favore o sfavore al Sindaco ma semplicemente perché ritiene che un partito non può partecipare ad azioni che non producono nessun risultato politico: il Sindaco, infatti, lo sfiducia il consiglio comunale, non le firme dei cittadini. Nonostante tutto, però, qualche dirigente persevera a titolo personale alimentando la confusione. Ma viene naturale chiedersi: perché a Pascucci tante attenzioni? Oltre al risentimento di chi non è riuscito a digerire la sua campagna elettorale condotta all’insegna della legalità così ben interpretata che ha procurato qualche pensiero a più di uno, la gente vuole verificare quanto quello slogan risponde alle aspettative o quanto è annegato nel pianto del patto di stabilità che non consente di fare. Chi ha creduto al nuovo che rappresentava quel giovane di tendenza con capelli lunghi e arruffati che indossava con disinvoltura scarpe da tennis sotto il gessato, vuole verificare se è rimasto quel ragazzo ambientalista e di sinistra o se sono rimasti solo i capelli e le scarpe. I rumors sul rispolvero di vecchie contorte e compromesse operazioni creano tra la cittadinanza dubbi e desideri di verifica e zuppa dove inzuppare il pane a vecchi tromboni trombati che meditano vendette.

ULTIME NEWS