Pubblicato il

Di Battista alla Tidei: "Segna e porta a casa"

CIVITAVECCHIA – Un intervento di colore in aula, durante la discussione sulla riapertura dell’Aia, lo ha fatto il deputato del Movimento 5 Stelle, Alessandro Di Battista. Di colore perché, nel rispondere a Marietta Tidei sulle amministrazioni comunali che a Civitavecchia si sono succedute, ha utilizzato un finale da fuochi d’artificio.
«Presidente, con il suo tramite volevo soltanto ricordare all’aula e anche alla tribuna – ha affermato Di Battista nel suo intervento alla Camera – che il fervore con il quale l’onorevole Tidei difende le passate amministrazioni di Civitavecchia forse nasconde qualcosa. Bene, che l’aula sappia che il papà dell’onorevole Tidei è stato cinque volte sindaco dei comuni limitrofi a Civitavecchia, di cui tre volte a Civitavecchia, due volte deputato e avvocato dirigente della stessa Enel che Tidei figlia sostiene inquinare. È evidente, presidente, che difendono città male amministrate e non è un caso che il sindaco Cozzolino, che presente in tribuna,  abbia vinto con lo stesso Tidei padre le ultime elezioni e si sia trovato  un territorio massacrato da Tidei padre».
Singolare il finale dell’intervento. Alessandro Di Battista, tra gli applausi, rivolgendosi a Marietta Tidei ha concluso: «Segna e porta a casa».

 

 

ULTIME NEWS