Pubblicato il

Rifiuti, al lavoro per l'adeguamento della discarica

CIVITAVECCHIA – Il Sindaco ha prorogato l’ordinanza per la ‘‘prosecuzione della forma speciale di gestione di rifiuti solidi urbani’’, da un anno in viaggio prima ad Albano e poi a Viterbo, a seguito della diffida (di gennaio 2014) della Regione Lazio ai gestori delle discariche di non accogliere più i rifiuti indifferenziati non trattati dai comuni. Una proroga per il periodo necessario alla conclusione delle procedure di progettazione e realizzazione della stazione di trasferenza e comunque per un periodo non superiore a sei mesi dalla data di scadenza dell’ordinanza di luglio scorso. Intanto, con delibera di giunta del 21 gennaio scorso, è stato approvato il progetto preliminare redatto dagli uffici del Pincio, per la realizzazione proprio di una stazione di trasferenza per garantire la corretta e regolare gestione del ciclo dei rifiuti nel rispetto della normativa vigente. Sono in corso le procedure tecnico-amministrative per completare l’iter di approvazione del progetto e della relativa copertura finanziaria prevista nel bilancio di previsione 2015 sul quale l’amministrazione starebbe lavorando. Prosegue quindi il viaggio dei rifiuti verso Viterbo; i conti andranno fatti poi per valutare quale sarà l’impatto sulle tasche dei civitavecchiesi. Nel frattempo due le questioni che andranno risolte. Innanzitutto quella relativa all’effettiva partenza della raccolta porta a porta, con Civitavecchia che non è ancora riuscita a far decollare il progetto. L’amministrazione, dagli ultimi incontri con i tecnici della Provincia, conta comunque di coprire l’intera città entro il 2016. E poi quella della realizzazione di un impianto di trattamento che chiuda la filiera. In questo senso sono in corso anche degli incontri con gli altri comuni del comprensorio per trovare una soluzione comune.

ULTIME NEWS