Pubblicato il

Nuovo asilo nido a Prato del Mare

SANTA MARINELLA. L’opera è inserita nel programma delle Opere pubbliche e dovrebbe sorgere nelle adiacenze della chiesa. La struttura verrà realizzata in project financing con i privati che stanzieranno 2,5 milioni di euro

SANTA MARINELLA. L’opera è inserita nel programma delle Opere pubbliche e dovrebbe sorgere nelle adiacenze della chiesa. La struttura verrà realizzata in project financing con i privati che stanzieranno 2,5 milioni di euro

di GIAMPIERO BALDI

SANTA MARINELLA – Nel programma delle Infrastrutture e delle Opere pubbliche che la giunta Bacheca vuole realizzare nel prossimo triennio c’è il nuovo asilo nido che dovrebbe essere realizzato nel quartiere Prato del Mare. In quella zona infatti è presente un appezzamento di terreno nelle adiacenze della chiesa di Santa Teresa del Bambino Gesù già fornito di parcheggi e di strada d’accesso, che è destinato a servizi. Lo studio di fattibilità dell’opera prevede la realizzazione di una sezione materna con accanto un centro cottura per preparare i pasti delle scuole cittadine per un totale di 120 posti su un terreno di circa mille metri quadrati. Non sarà però l’amministrazione comunale ad accollarsi il costo di quest’opera, visto che è stato deciso di dare vita ad un project financing che vedrà i privati stanziare circa 2,5 milioni di euro per realizzare la struttura che sarà dotata di un giardino interno, i locali per le insegnanti e un vano adibito a cucina. I tempi per la realizzazione dell’opera saranno definiti dopo l’affidamento degli incarichi di progettazione, ma presumibilmente se l’iter burocratico non dovesse incontrare ostacoli, entro il prossimo anno si potrà dare il via ai lavori. «Noi abbiamo inserito questo progetto nel programma delle opere pubbliche importanti perché vogliamo venire incontro alle esigenze dei residenti lavoratori che hanno la necessità di portare i bambini nella scuola pubblica – dice il sindaco Roberto Bacheca – attualmente ci sono famiglie che sono state costrette a non poter affidare i propri figli agli istituti scolastici cittadini perché non ci sono i posti. Una cosa che non dovrà più accadere perché tutti hanno il diritto di far frequentare le scuole comunali, che siano materne o asili nido, ai propri figlioli. L’obiettivo di questa amministrazione è quello che vanno rispettate le esigenze di quelle famiglie i cui genitori sono entrambi impiegati nelle proprie professioni e quindi vanno messi nelle condizioni di poter andare al lavoro certi che i loro bambini sono in mani sicure. Probabilmente il prossimo anno potremo iniziare questa opera – conclude Bacheca – e vogliamo portarla a termine senza doverci trovare negli stessi problemi che hanno accompagnato altri cantieri della nostra città».

ULTIME NEWS