Pubblicato il

Weekend ricco di spunti per le “buone pratiche” sul territorio

di DANILA TOZZI

CERVETERI – Si è svolto nel weekend, a Cerveteri  nello storico palazzo del Granarone un incontro tra i sindaci di tutta Italia, dedicato alla condivisione delle buone pratiche attuate nel proprio territorio. L’intento dell’ iniziativa dal titolo “Italia in comune” è quello di fare rete tra i Comuni al fine di condividere idee, programmi ed iniziative tra enti locali. I tagli sempre più onerosi da parte dello Stato centrale da diversi anni ai comuni, rischiano di minare la possibilità di garantire i servizi ai cittadini che pagano le tasse. In apertura dei lavori Alessio Pascucci sindaco di Cerveteri ha dichiarato “I migliori politici che ho incontrato”, Pascucci, che ha ideato Italia in Comune, “sono i sindaci dei comuni e che rappresentano non più l’Italia dei campanili, ma l’Italia che funziona. Lo Stato ci chiede di tagliare e viviamo il paradosso di non poter spendere risorse di cui disponiamo, ma noi tutti i giorni abbiamo a che fare con i problemi dei nostri concittadini. Per questo dobbiamo inventare continuamente risposte nuove andando oltre il senso di impotenza. Da oggi ci mettiamo in rete per essere ancora più bravi. Conoscere quello che fanno gli altri sindaci diventa per ognuno di noi lo stimolo e l’esempio per fare ancora meglio”. A Italia in Comune sono intervenute anche numerose associazioni ed enti del privato sociale, che hanno chiesto agli amministratori di far proprie alcune proposte, tra cui Miseria Ladra, la campagna contro la povertà promossa da Libera, gli atti contro la discriminazione di genere dell’Unione Donne in Italia e le iniziative per l’integrazione e l’interculturalità di Foad Aodi, presidente di Uniti per Unire. Presenti per il Comune di Civitavecchia il vicesindaco Lucernoni e l’assessore D’Antò. “Ringraziamo il sindaco di Cerveteri Pascucci-hanno detto-per la lodevole iniziativa che consente di far emergere esempi positivi da “copiare” per promuovere una necessaria sinergia tra enti locali che spesso si trovano ad affrontare le stesse criticità”.

ULTIME NEWS