Pubblicato il

De Paolis (SeL): "Pediatria, risultato di un gioco di squadra"

CIVITAVECCHIA – “Ora anche le carte confermano che, almeno per quanto dovuto per competenza dalla Regione Lazio, sul reparto di Pediatria abbiamo potuto risolvere il problema in modo definitivo”. Lo ha sottolineato soddisfatto il capogruppo di SeL in Regione Gino De Paolis, vista la pubblicazione dei due decreti del commissario Zingaretti, attraverso i quali la Regione Lazio autorizza la Asl RmF all’assunzione a tempo indeterminato di due dirigenti medici di disciplina pediatria, che si aggiungono a quello assunto a fine 2013, “potendo quindi, non solo scongiurare la chiusura di un reparto così sensibile – ha spiegato De Paolis – ma anche provare ad organizzare il servizio per le urgenze pediatriche per la notte”. Si tratta, secondo il capogruppo di SeL, di un risultato frutto di un impegno collettivo, “che ha coinvolto tutti – ha aggiunto – dal manager della Asl RmF Giuseppe Quintavalle, che non ha mai abbassato l’attenzione sul tema, fino al presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e l’intera Cabina di Regia sulla Sanità che hanno dimostrato – ha sottolineato – di comprendere fino in fondo quanto importante per il nostro territorio, ma in generale per la Regione Lazio, sia l’attività, e quindi il buon funzionamento, dell’ospedale San Paolo. Un sincero ringraziamento va anche alle forze politiche di tutti gli schieramenti che hanno giustamente sollecitato, pungolato e suggerito, azioni affinché tutti riuscissimo ad ottenere un risultato positivo. È evidente – ha concluso- che la strada per una sanità davvero efficiente è ancora lunga e molto complicata, ma la sensibilità e la serietà di questa amministrazione stanno lentamente riuscendo a invertire il trend negativo. Un processo lungo di cui sento tutta la responsabilità, soprattutto nei riguardi del territorio che mi ha dato fiducia e mi ha delegato a rappresentarlo alla Regione. Il mio impegno è quello di continuare ad essere a disposizione per provare a dare voce alle istanze del comprensorio e, con spirito di collaborazione, provare a portare qualche soluzione ai tanti problemi che vivono i cittadini”.

ULTIME NEWS