Pubblicato il

Una proposta alla giunta di chi governa

CIVITAVECCHIA – Ho una modesta proposta e richiesta da fare alla giunta che governa, ormai da quasi un anno, la città. Una richiesta che non vuole essere provocatoria ma solo il tentativo di facilitare sindaco e assessori in quella prassi che troppo velocemente hanno dimenticato e che risponde al nome di democrazia partecipata, cioè il coinvolgimento del semplice cittadino nella individuazione e nella soluzione dei problemi che interessano la nostra comunità. Certo i membri di questa amministrazione scansano, sdegnosi, qualsiasi domanda sul loro operato, con superba ritrosia rifiutano di informarci sui loro progetti (?!), ammantano di un’aurea di intoccabilità il fortino di palazzo del Pincio. Ma tant’è, io non demordo anche perché quello che ho da chiedere è un’inezia, una bagattella, una sciocchezza che sono certa sarà esaudita anche se con i tempi dilatati della giunta Cozzolino. Avranno notato, il sindaco e il suo assessore ai lavori pubblici,  che la segnaletica orizzontale in città sta scomparendo o è già scomparsa;  nelle strade cittadine non c’è uno stop o un passaggio pedonale che sia visibile a occhio nudo. Non un gran problema, certo, mentre la gente muore di fame, ma voi non siete stati eletti per rifare il mondo. E non è neanche una di quelle questioni che richiedono uno studio approfondito e decisioni ponderate in cui impegnare le “migliori” menti del grillismo cittadino.
Una mano di tinta bianca per evidenziare le strisce pedonali ed evitare di  essere spianati da automobilisti  e motociclisti mai sanzionati ; una mano di tinta bianca per rendere visibile un stop e non finire all’ospedale. Non ci sarebbe neanche bisogno di una gara d’appalto ; noi cittadini, desiderosi di partecipazione, compreremmo la vernice. Diteci, però, se la dobbiamo anche passare.

Anna Luisa Contu 

ULTIME NEWS