Pubblicato il

La parrocchia dei SS Martiri ha rinsaldato l'amicizia col Giappone

Lo scorso 10 marzo nella parrocchia cittadina padre Francisco e padre Martin insieme a tante autorità e ai rappresentnati dei tanti gruppi parrocchiali ha ospitato un gruppo di nipponici

Lo scorso 10 marzo nella parrocchia cittadina padre Francisco e padre Martin insieme a tante autorità e ai rappresentnati dei tanti gruppi parrocchiali ha ospitato un gruppo di nipponici

di ROMINA MOSCONI

Grande festa nella parrocchia dei SS Martiri Giapponesi dove lo scorso 10 marzo il parroco e tutti i parrocchiani hanno accolto calorosamente un gruppo di giapponesi invitati a Roma in occasione dell’anniversario dello tsunami in Giappone, tra di loro c’era anche uno dei discendenti del gruppo di Hasekura Tsunenaga che condusse un’ambasciata in Messico e in seguito in Europa tra il 1613 e il 1620. “La spedizione – spiega il parroco padre Francisco – aveva come meta finale l’Europa, Hasekura fu battezzato il 17 febbraio 1615 e poi Roma dove fu ricevuto da papa Paolo V. Hasekura consegnò al Papa una preziosa lettera decorata d’oro, contenente una formale richiesta di un trattato commerciale tra Giappone e Messico, oltre che l’invio di missionari cristiani in Giappone che il Papa, non esitò a disporre. Durante il viaggio in Spagna e in Italia, Hasekura e i suoi compagni, visitarono diverse città tra cui Civitavecchia e nella nostra città abbiamo un monumento dedicato all’illustre viaggiatore orientale”. Martedì scorso, quindi, il rettore dell’Universià Internazionale di Siviglia, Juan Manuel Suàrez Japon, diretto discendente di questi samurai e altri rappresentanti di varie istituzioni giapponesi provenienti da Madrid e da Parigi sono stati ospitati nella parrocchia e hanno partecipato alla Santa Messa, celebrata da padre Francisco e animata all’organo da padre Martin, nella quale si è pregato per le vittime dello tsunami dell’11 marzo 2011. Tante le autorità presenti ad accoglierli : l’ambasciata del Giappone presso la Santa Sede Nagasaki e il suo ministro, il vice sindaco di Civitavecchia Lucernoni, Pier Fabrizio Santovetti della Fondazione Italia-Giappone e lo storico Costantino Forno e i rappresentanti di ognuno dei tanti gruppo parrocchiali. Al termine della messa si è tenuto un concerto a cura dei maestri Armando Caforio e Kumiko Yoscii con Giulio Valentini, Daniele Tarantino e Roberta Manovelli. L’ambasciata del Giappone, in nome dell’amicizia  che ha stretto con la parrocchia grazie a padre Francisco e padre Martin ha omaggiato la parrocchia con prelibatezze culinarie  nipponiche. Il parroco padre Francisco, che va fiero di questa bella amicizia ringrazia tutti e promuove l’incontro e lo scambio tra culture e persone diverse: “perché – spiega – la missione è sempre in viaggio e mai si ferma”.        

 

ULTIME NEWS