Pubblicato il

Una nuova convenzione per il porto turistico

S. MARINELLA. Approvata dalla maggioranza in consiglio comunale. Prevista la costruzione della viabilità per l’accesso e l’uscita

S. MARINELLA. Approvata dalla maggioranza in consiglio comunale. Prevista la costruzione della viabilità per l’accesso e l’uscita

di GIAMPIERO BALDI

SANTA MARINELLA – Se tutto va bene, entro breve tempo, dovrebbe essere operativo il progetto relativo all’ampliamento del porto turistico.
Nell’ultimo consiglio comunale, infatti, la maggioranza del sindaco Bacheca, ha approvato la delibera che istituisce una nuova convenzione urbanistica in merito alla realizzazione dei posti barca che, ovviamente, dovrà essere sottoscritta anche con il titolare della società che gestisce il marina.
In pratica, il sindaco Roberto Bacheca, ha di fatto presentato un nuovo elaborato che va a sostituire quello presentato nel 1996 che trasferiva il bene pubblico in gestione ad un privato con una serie di paletti che andavano rispettati, in particolare l’utilizzo da parte dei residenti dei posti barca ad un prezzo favorevole e la destinazione di alcuni approdi ai pescatori professionisti, tutti inseriti nella darsena vecchia. Nel 2003, quando tutto sembra che il progetto possa andare in porto, è il Comune che ricorre al Tribunale Regionale e poi al Consiglio di Stato dove però si vede dar torto e quindi obbligato ad adottare una variante al Piano Regolatore Generale per consentire all’azienda privata di realizzare lo svincolo di accesso alla struttura e per avere l’autorizzazione ad iniziare la costruzione di oltre 400 nuovi posti barca.
Ecco perché la giunta del sindaco Roberto Bacheca, qualche giorno fa, ha presentato in consiglio la nuova convenzione urbanistica.
Il documento programmatico prevede la costruzione della viabilità per l’accesso e l’uscita dal porticciolo a spese della società gestrice e il versamento di 56 mila euro annui al Comune per la promozione di attività turistiche. Prevista anche la messa in sicurezza del fosso adiacente al marina, che, in base alla convenzione approvata, dovrà seguire un percorso stabilito per sfociare in mare e rispettare le tariffe agevolate per i residenti. 

ULTIME NEWS