Pubblicato il

«Una goliardica ma seria cerimonia»

Il professor Luciano Pranzetti commenta la finta inaugurazione della biblioteca comunale. «Il consigliere Paola Rocchi, che era nei paraggi, avrebbe dovuto partecipare» 

Il professor Luciano Pranzetti commenta la finta inaugurazione della biblioteca comunale. «Il consigliere Paola Rocchi, che era nei paraggi, avrebbe dovuto partecipare» 

SANTA MARINELLA – In merito all’ironica inaugurazione della biblioteca comunale, che un gruppo di cittadini ha voluto allestire per ricordare che il 30 giugno sarebbero dovuti terminare i lavori di ristrutturazione, il professor Luciano Pranzetti, presente all’evento, ha voluto commentare le esternazioni di alcuni esponenti politici sia di maggioranza che di opposizione.
«Oltre al pensiero dell’avvocato Marco Valerio Verni, delegato comunale – dice il professore – appare forte anche la dichiarazione del consigliere di minoranza Paola Rocchi che, nel giorno della finta inaugurazione, era nei paraggi. Una dichiarazione, che fa séguito alla reprimenda del collega di opposizione Andrea Bianchi, i cui termini linguistici aperti e chiari suonano, per l’amministrazione, come autentiche frustate. L’avvocato Verni, nella circostanza, si è premurato di escludere, per sé e per taluni personaggi lì radunati, una qual certa opposizione politica, specificando che la sua presenza a quella goliardica, ma seria cerimonia, rivestiva una funzione di stimolo, un colpetto di battente ai responsabili, perché le prossime dichiarazioni riferite all’esito dei lavori fossero finalmente misurate, realistiche, puntuali e spendibili». «La sola persona che avrebbe dato completamento all’idealità di quell’eterogeneo e sparuto gruppetto – conclude Pranzetti – era proprio la consigliera Paola Rocchi dacché, partecipando anche lei, ma della sua assenza non faccio affatto un tema di polemica, rispettosi come siamo dell’altrui libertà di azione, a quella scenetta, ripeto goliardica ma seria, avrebbe conferito un qualcosa in più, almeno sotto l’aspetto iconografico bastante, essendo la sua posizione critica, peraltro più che nota». (Gi.Ba.)

ULTIME NEWS