Pubblicato il

Centrale di Montalto: monta l'ipotesi di un impianto a biomasse

MONTALTO DI CASTRO – La centrale di Montalto di Castro Alessandro Volta verso un rilancio. L’impianto della cittadina castrense figura, infatti, tra i quattro impianti che l’Enel vuole riattivare per un nuovo futuro nel settore energetico per la realizzazione di un impianto a biomasse a filiera corta. Il rilancio delle centrali riguarda in totale 23 impianti non più produttivi che fanno parte del progetto Futur-E, e Montalto di Castro rientra tra quelli che saranno riconvertiti insieme a Porto Tolle in Veneto, Pietrafitta in Umbria e Augusta in Sicilia. La proposta, in particolare, arriva dal responsabile della divisione Globale Generazione del Gruppo Enel, Enrico Viale che annuncia di voler “realizzare impianti a biomassa a filiera corta da massimo 4-5 megawatt ciascuno”. Una ipotesi, questa, che l’azienda di produzione di energia elettrica deve però concertare con l’amministrazione comunale e la popolazione del territorio. “Abbiamo già avviato contatti con gli enti locali – spiega Viale –  Confindustria locale e i sindacati sulle soluzioni da adottare per ciascuna realtà, e se non ci sarà piena accettazione non andremo avanti”. Massima trasparenza e massima condivisione – dice il direttore Country Italia Enel Carlo Tamburi – per individuare insieme alle comunità locali le opportunità di rilancio di 23 impianti non più produttivi”. Altre centrali sono invece destinate ad usi non energetici, e saranno anch’esse oggetto di un programma di ascolto e confronto con il territori.

ULTIME NEWS