Pubblicato il

Parcheggi a Santa Severa: ricorso presso il tribunale

Lo ha presentato il consigliere Piero Vincenzi

Lo ha presentato il consigliere Piero Vincenzi

S. MARINELLA – Per i parcheggi a pagamento, da poco realizzati a S. Severa, c’è il rischio che possano chiudere i battenti prima della fine dell’estate. Ieri mattina, infatti, il consigliere Piero Vincenzi ha annunciato che presenterà un ricorso al tribunale di Civitavecchia per chiedere l’annullamento della gara di appalto perché, secondo lui, viziata da illegittimità. Due sono i motivi salienti che potrebbero portare alla sospensione del progetto. Il primo è relativo alla questione che non esiste a S. Marinella un piano urbano del traffico e quindi non si potevano realizzare le famose strisce blù, il secondo motivo riguarda direttamente la società che ha preso in appalto questo servizio. «Questa azienda – dice Piero Vincenzi – quattro anni fa ha subito una rescissione in anticipo di un contratto che aveva con il Comune di Gela per inadempienze. Ci sono quindi tutti i presupposti per rendere nulla la gara». Ma il consigliere spiega il perché si è visto costretto a compiere questo passo. «Sinceramente ho cercato in tutti i modi di far capire al sindaco Bacheca che così come erano stati fatti i parcheggi a pagamento non potevano andare bene – continua l’esponente politico – ho fatto presente a questa maggioranza che andavano apportate delle variazioni al progetto, ma dopo aver avuto risposta negativa, ho deciso di passare alle vie di fatto. Ci sono delle cose che non possono passare inosservate come ad esempio l’assenza di spazi liberi e di quelli riservati ai disabili nelle vicinanze dei parcheggi a pagamento. Inoltre il contratto prevede che alla sua scadenza la società possa continuare il servizio per altri sei mesi il che significa gestire i parcheggi per un’altra stagione. C’è poi una determina che prevede che senza indire altre gare di appalto il contratto può essere prorogato per altri tre anni. «Io non sono contrario alle strisce blù – conclude Vincenzi – ma bisogna farle nel rispetto della legge».

ULTIME NEWS