Pubblicato il

Varchi elettronici: è subito polemica

Residenti perplessi sulla funzionalità e la sicurezza

Residenti perplessi sulla funzionalità e la sicurezza

LADISPOLI – Brutti ed ingombranti. Sono questi gli aggettivi più gettonati che stanno riscuotendo i varchi elettronici di viale Italia a Ladispoli. Un lavoro che per l’amministrazione è gratis, ma di fatto non lo è. La ditta che li sta ‘‘regalando’’, infatti, non pagherà per 6 anni la tassa per i pannelli pubblicitari nel territorio. In pratica, l’operazione al Comune costerà almeno 97.000 euro. Sembra inoltre che la ditta avrà anche la possibilità di vendere pubblicità da affiggere sui pannelli dei varchi aumentando il suo introito. Ma al di là dell’accordo, la soluzione adottata dal Comune non sembrerebbe essere molto pratica. Il delegato Latini infatti, illustrando il funzionamento dei varchi, ha reso nota la presenza di un dispositivo che consentirebbe l’accesso di ambulanze e forze dell’ordine anche in caso di emergenza. Ma in caso di malfunzionamento il rischio è che qualche mezzo di soccorso possa rimanere intrappolato nel viale. Altra perplessità sollevata dai cittadini riguarda l’accesso ai residenti che devono parcheggiare le proprie auto nei box. Per l’assessore questi dovrebbero accedere «contromano». Riguardo poi al flusso di persone, soprattutto durante le manifestazioni più popolate, come la Sagra del Carciofo o il carnevale estivo, i varchi rappresenterebbero un vero e proprio imbuto, arrecando pericolo in circostanze di calca o panico. Questo tipo di soluzioni in molte parti d’Italia stanno per essere sostituite dai soli varchi a telecamere, meno invadenti, meno costosi e che inoltre forniscono un ulteriore servizio, quello di sorveglianza e di monitoraggio dei veicoli che circolano in città.

ULTIME NEWS