Pubblicato il

Centro Boggi: Lucernoni fa chiarezza

CIVITAVECCHIA – L’assessore ai Servizi Sociali Daniela Lucernoni interviene sul centro “Alessandro Boggi” e fa chiarezza sui rapporti tra il Comune e la struttura di Santa Severa.
“L’ultima nota pervenuta al nostro Comune dal settore autorizzazione e accreditamento della Regione Lazio – ha spiegato – risale a gennaio 2014, in cui si specifica che “non risulta ancora concluso il procedimento di cui alla DGR 65/2010 e pertanto non si rinviene in capo all’UNISAN (gia RI.REI) alcun titolo autorizzativo”. Pertanto, ai sensi della DGR 380/2010 il Comune di Civitavecchia, come del resto gli altri del comprensorio, non può intervenire per il concorso al pagamento della quota sociale e comunque non potrebbe ricevere il rimborso da parte della Regione. Inoltre non corrisponde a verità che il comune di Civitavecchia è l’unico di tutto il comprensorio a non pagare la retta. In ogni caso – ha aggiunto Lucernoni – consapevoli della difficoltà che le famiglie hanno nel sostenere le spese per i loro cari questa amministrazione lo scorso marzo ha sollecitato nuovamente la Regione affinché provveda il prima possibile, laddove sussistano i requisiti richiesti, ad accreditare la struttura. Solo dopo tale accreditamento sarà possibile ottenere dalla Regione un rimborso per quanto eventualmente erogato dal Comune di Civitavecchia e quelli del comprensorio. Ad oggi solo il Comune di Roma Capitale partecipa al pagamento della retta con cifre prelevate direttamente dal suo bilancio. Per affrontare al meglio il problema – ha concluso – nei mesi scorsi ho già incontrato alcuni parenti dei diversamente abili in questione e ho proposto nuove date per ulteriori appuntamenti in questo mese. Rimango a disposizione dei cittadini per ogni chiarimento”.

ULTIME NEWS