Pubblicato il

Maggi: «Porta a porta, scommessa vinta a Santa Severa»

Scomparsi i cassonetti stradali e i cumuli di immondizia ai bordi delle strade

Scomparsi i cassonetti stradali e i cumuli di immondizia ai bordi delle strade

S. MARINELLA – Per il delegato comunale alla raccolta differenziata Marco Maggi, l’essere riusciti a far partire il servizio del ‘‘porta a porta’’ a Santa Severa, è stato indubbiamente una scommessa vinta. Maggi, infatti, evidenzia il fatto che essendo la differenziata attuata appena da poche settimane nella frazione santamarinellese, il non vedere più i cassonetti dei rifiuti e le buste abbandonate nei pressi di questi contenitori, è già un successo. «Come è a tutti noto – afferma Maggi – da pochi giorni a Santa Severa è stato avviato il nuovo sistema porta a porta, riuscendo così a modificare una situazione che era divenuta ormai inaccettabile e per certi aspetti fuori controllo. Possiamo quindi azzardare una prima valutazione sull’andamento del servizio, lasciando le considerazioni finali, dati alla mano, al prossimo autunno. Quello che si coglie da subito è la scomparsa dei grandi cumuli di immondizia che, soprattutto d’estate, ed in particolare nei fine settimana, era consuetudine vedere in prossimità dei cassonetti stradali e lungo la Statale Aurelia. Il risultato ottenuto, con il cambio di modalità del ritiro, è andato oltre ogni previsione. Ciò fa pensare che la popolazione residente e non, era in attesa di una proposta migliorativa ed il rammarico è quello di non aver potuto offrirla prima per varie difficoltà amministrative». «Altro grande impegno – continua Maggi – sarà quello di regolamentare meglio il verde privato attraverso la raccolta domiciliare. Santa Severa produce una quantità eccezionale di residui da giardino che, da sempre, viene abusivamente versato all’interno dei cassonetti stradali o ai bordi delle strade. Anche qui stiamo osservando segnali positivi, ma ancora molto ci sarà da fare. Infine un buon risultato è stato raggiunto nel miglioramento dello spazzamento e della pulizia del territorio urbano di Santa Severa, potenziando nel periodo estivo, la presenza di uomini e mezzi. Un contributo fondamentale al buon avvio di queste iniziative è stato offerto dalla Pro Loco di Santa Severa che, volontariamente, si è trasformato in un vero e proprio supporto logistico che, con grande impegno, ha cercato di fornire ai cittadini ed ai turisti tutte quelle informazioni utili per un servizio più efficace». «Un’ultima considerazione per il prossimo futuro – conclude il delegato – è quella di creare un’isola ecologica che possa servire S. Severa, ed eventualmente S. Severa Nord. Pertanto, subito dopo l’estate, sarà mia cura contattare l’amministrazione comunale di Tolfa per valutare una collaborazione per questa iniziativa che potrebbe risolvere in maniera significativa il vergognoso abbandono dei rifiuti sul territorio. Abbiamo sempre sostenuto che la battaglia da vincere sarà dura, ma sono convinto che ce la faremo». (Gi.Ba.)

ULTIME NEWS