Pubblicato il

Moto d'acqua per il soccorso in mare

Moto d'acqua per il soccorso in mare

Firmato stamattina il protocollo d'intesa tra i Comuni di Tarquinia e Montalto di Castro per il servizio dei vigili del fuoco. Presente il prefetto Rita Piermatti. Mazzola: «Un servizio che potenzia in modo notevole il dispositivo di pronto intervento in mare». Il vicesindaco castrense Luca Benni: "Un altro tassello che completa l'opera di vigilanza del litorale"

TARQUINIA – Il sindaco Mauro Mazzola ha firmato questa mattina con il prefetto di Viterbo Rita Piermatti, il vice sindaco di Montalto di Castro Luca Benni e il comandante provinciale dei Vigili del Fuoco Gianfrancesco Monopoli il protocollo d’intesa per il servizio dei Vigili del Fuoco con operatori e moto d’acqua. Finanziato dall’Autorità Portuale di Civitavecchia, Fiumicino e Gaeta, sarà attivo nei weekend (tutti i giorni dall’8 al 15 agosto), dalle ore 9 alle ore 19, fino al termine dell’estate. Il presidio acquatico di Tarquinia sarà dislocato presso l’ex base CAALE, all’ingresso della riserva delle Saline. La postazione, insieme con quelle del comune di Montalto di Castro, integrerà il dispositivo di soccorso già in funzione sulla costa, che vede insieme Guardia Costiera, Vigili del Fuoco e, di supporto, la Protezione Civile. Alla firma del protocollo erano presenti i rappresentanti delle forze dell’ordine e i volontari del gruppo comunale della Protezione Civile di Tarquinia. «Un’intesa importante per implementare la rete di pronto intervento in mare e aumentare la sicurezza durante la stagione balneare. – ha dichiarato il sindaco Mazzola – In un momento di mancanza di risorse economiche la sinergia tra istituzioni è fondamentale, per ottenere risultati positivi, soprattutto quando parliamo di salvare vite umane». Soddisfatto il prefetto di Viterbo Piermatti: «Ringrazio l’Autorità Portuale per aver finanziato il progetto e sottolineo il lavoro egregio delle amministrazioni comunali di Tarquinia e Montalto di Castro. Un plauso va agli operatori dei Vigili del Fuoco che svolgono un lavoro eccezionale e, in coordinamento con le altre forze, penso in modo particolare alla Guardia Costiera, garantiscono un servizio all’avanguardia sulla fascia costiera viterbese». Parole di ringraziamento da parte del comandante provinciale dei Vigili del Fuoco Monopoli: «Ho constatato grande collaborazione da parte di tutti. Il servizio è cresciuto anno dopo anno e rappresenta oggi un punto di forza per la sicurezza in mare, anche grazie alla professionalità e all’efficienza dei nostri operatori e ai moderni mezzi in dotazione». L’esperienza ha dimostrato che la presenza degli operatori dei Vigili del Fuoco con moto d’acqua consente di controllare le spiagge e operare rapidamente in mare in caso di emergenza. Dal 2007, anno in cui sono stati attivati i presidi acquatici, gli interventi di salvataggio effettuati sono stati decine. Per quanto riguarda Montalto i vigili del fuoco saranno di stanza a Pescia Romana sulla spiaggia di Costa Selvaggia e a Montalto Marina nell’area adiacente alla torretta nella zona denominata “dei militari”. “Come amministrazione comunale – afferma il sindaco Sergio Caci – siamo pienamente soddisfatti di aver contribuito a garantire la sicurezza del litorale con la consegna di una moto d’acqua ai Vigili del Fuoco di Viterbo. La collaborazione tra le istituzioni è un fattore importante per la crescita del territorio e la firma della convenzione ne è la prova. Stare in vacanza in sicurezza è una ulteriore motivazione per cittadini e turisti di scegliere Montalto e Pescia come luoghi di villeggiatura. Ringrazio per l’impegno profuso il Prefetto di Viterbo Rita Piermatti, il comandante della Guardia Costiera e della Direzione Marittima di Civitavecchia Giuseppe Tarzia, il presidente dell’Autorità Portuale Pasqualino Monti, il comandante dei Vigili del Fuoco di Viterbo Gianfrancesco Monopoli, il sindaco di Tarquinia Mauro Mazzola, le forze dell’ordine e tutti i volontari di protezione civile impegnati nelle attività del litorale”.“Con l’acquisto di questo nuovo mezzo di soccorso – aggiunge il vice sindaco Luca Benni – andiamo a completare l’opera di vigilanza del litorale per quanto riguarda il nostro tratto di competenza. Saremo infatti operativi su tutta la costa coprendo anche il territorio di Pescia Romana sino al confine con la Toscana. Un progetto partito tre anni fa che vede impegnati, oltre alla Guardia Costiera, tutte le forze dell’ordine, i Vigili del Fuoco, la Polizia Locale, il gruppo comunale di Protezione Civile in stretto contatto con le associazioni di volontariato del territorio a cui vanno aggiunte le unità cinofile della Sics (Scuola italiana cani salvataggio) e le quattro torrette degli assistenti bagnanti della Fin Salvamento”.

ULTIME NEWS