Pubblicato il

L'imputato respinge le accuse

L'imputato respinge le accuse

Il caso del caposcout 62enne sotto processo per atti sessuali con minori

CIVITAVECCHIA – Dopo aver ascoltato la presunta vittima, assistita dall’avvocato Bruno Forestieri, ieri mattina davanti ai giudici del tribunale di Civitavecchia è comparso l’ex caposcout 62enne M.M., accusato di atti sessuali con minori e finito al centro di un’inchiesta della Polizia di frontiera, coordinata dal sostituto procuratore Alessandra D’Amore. Un processo per rito immediato che sta andando spedito, a porte chiuse su richiesta delle parti interessate. A quanto pare ieri, nel corso dell’esame, l’imputato avrebbe di fatto respinto ogni accusa, dicendosi estraneo a quanto contestato. Ha quindi ribadito, davanti ai giudici, quanto detto nel corso di questo anno in più occasioni, professandosi sempre innocente. L’udienza è proseguita con l’escussione di cinque testi della difesa. Il processo è stato quindi aggiornato al 17 settembre prossimo, per ascoltare altri dieci testi indicati sempre dalla difesa dell’uomo, assistito dall’avvocato Antonio Carlevaro.

ULTIME NEWS