Pubblicato il

Allarme sicurezza a Roma, telecamere nei negozi

ROMA-Dalla Prefettura di Roma più controlli antiabusivismo commerciale, un tavolo per concordare l’installazione di telecamere e sistemi di videosorveglianza nei negozi e l’avvio del progetto – già sperimentato in passaggio – dei commercianti ‘sentinelle’ per la segnalazione di situazioni di rischio alle forze dell’ordine. Nonostante la relazione del questore di Roma, Nicolò D’Angelo, abbia evidenziato un calo di furti, rapine e omicidi in città, «è stata comunque condivisa, anche con le associazioni di categoria, la necessità di individuare percorsi condivisi che, al di là dell’oggettività del dato statistico, contribuiscano ad innalzare il livello di sicurezza percepito da parte dei cittadini e delle categorie dei commercianti più esposti», spiega una nota diffusa dalla Prefettura al termine della riunione del Comitato provinciale romano per l’ordine e la sicurezza pubblica presieduto dal prefetto di Roma, Franco Gabrielli, a cui hanno partecipato anche i vertici di Camera di Commercio, Confcommercio, Confesercenti e Confartigianato. Il vertice è stato convocato per affrontare le problematiche della sicurezza degli operatori commerciali dopo l’omicidio del gioielliere a Prati di mercoledì scorso durante una rapina. Oggi si sono svolti i funerali della vittima. Poche ore prima, il presento killer Ludovico Caiazza, 32 anni, arrestato sabato sera, si è tolto la vita la scorsa notte in carcere: è stato trovato impiccato con un lenzuolo in una cella del carcere romano di Regina Coeli. «Anche alla luce delle proposte formulate dalle associazioni – spiega la nota – sono state individuate alcune linee d’azione che saranno sviluppate nei mesi a venire: intensificazione dei servizi svolti dalla polizia locale, in accordo con le forze di polizia dello Stato all’abusivismo commerciale, fenomeno che incide negativamente sull’andamento del commercio; istituzione presso la Prefettura di un tavolo con i competenti uffici della Direzione territoriale del Lavoro per individuare modalità semplificate che consentano di installare  negli esercizi commerciali, dispositivi di sicurezza passiva, quali la videosorveglianza».

ULTIME NEWS