Pubblicato il

Camion bar, gli operatori continuano a manifestare

ROMA-Trombette, fischietti e tricolore. Sono questi gli strumenti della protesta degli operatori dei camion bar, sotto al Campidoglio, che continuano a manifestare contro il provvedimento che dal 10 luglio ha impedito il commercio su area pubblica nel Centro storico di Roma e quindi lo spostamento di diversi stalli da Colosseo, Trinita’ dei Monti e Tridentissimo.
L’ultimo colpo e’ arrivato dopo l’approvazione, lunedi’ scorso, dalla giunta guidata da Zingaretti dello schema di deliberazione per dare il via libera all’accordo tra Regione Lazio, Roma Capitale e Mibact in materia di tutela dei beni culturali e dei monumenti del centro di Roma, con conseguente incompatibilita’ di attivita’ commerciali su aree pubbliche nelle aree monumentali. E la protesta si e’ riaccesa. «Marino parla di decoro, ma lo sono anche le attivita’ storiche della citta’. Adesso l’area e’ in preda all’abusivismo» sono le parole degli operatori, che chiedono di essere ricevuti dal sindaco. È d’accordo anche il presidente dell’Apre Confesercenti e storico leader degli ambulanti, Alfiero Tredicine, che ha spiegato come «siamo sotto al Campidoglio perche’ l’amministrazione ha intrapreso una strada che, a nostro modo di vedere, mette alla fame gli operatori. Le nuove postazioni violano la legge perche’ i posteggi non sono equivalenti, nei nuovi non si incassa un euro. Dicessero la verita’: le bancarelle non sono indecorose, ma sono la concorrenza delle multinazionali che loro vorranno far aprire».

ULTIME NEWS