Pubblicato il

Bari, esplode fabbrica di fuochi d’artificio

BARI- Una fortissima esplosione ha fatto saltare per aria una fabbrica di fuochi d’artificio a Modugno, alle porte di Bari, intorno alle 12.30. Secondo il primo bilancio dei carabinieri ci sono 7 morti e cinque feriti. Lo scoppio si è verificato nello stabilimento della ditta Bruscella sulla provinciale 92: la deflagrazione ha fatto tremare le finestre delle abitazioni fino a Bitritto. Sul posto sono intervenute immediatamente diverse squadre dei vigili del fuoco insieme con gli operatori del 118, polizia e carabinieri. Le esplosioni intorno alla fabbrica, dove si stava lavorando per i gli spettacoli pirotecnici delle feste patronali, sono andate avanti per oltre un’ora. I soccorritori con l’aiuto di due Canadair, stanno arginando i roghi causati dalle esplosioni, che minacciano le campagne e un bosco attorno all’azienda. Le cinque persone ferite, di cui una in modo grave, sono ricoverate al Policlinico di Bari, e agli ospedali San Paolo e Di Venere. Due dei ricoverati hanno ustioni sul novanta per cento del corpo e non sono state ancora identificati: sono in fasedi trasferimento al Centro grandi ustionati dell’ospedale Perrino di Brindisi e al Centro Ustioni di Napoli. Un terzo ferito era un passante che è stato investito dall’esplosione mentre andava a comprare il pane in un panificio adiacente. Secondo una prima ricostruzione, ad esplodere per primo sarebbe stato un furgone e successivamente la deflagrazione si sarebbe estesa a tutta la fabbrica. «Ci vorranno almeno 24 ore perchè i vigili del fuoco possano accedere in sicurezza nella struttura, che è crollata – ha detto il procuratore di Bari, Giuseppe Volpe, durante il sopralluogo – Solo allora  si potrà fare un bilancio delle vittime che ad ora appare tragicamente alto». A poca distanza dalla fabbrica  si trova un centro sportivo, lo sporting Club Balsignano, dove al momento dell’esplosione c’erano una settantina di bambini tra i 5 e i 13 anni impegnati nelle attività dei campi estivi. I piccoli hanno avvertito chiaramente l’esplosione che ha fatto tremare le pareti della struttura e fatto cadere alcuni quadri. Alcuni bambini si sono fatti male cadendo per lo spavento e durante la fuga. Nessuno ha riportato però conseguenze gravi. Il centro, ha raccontato il titolare della struttura, Daniele Fortunato, è stato evacuato con bus navetta che hanno portato i bambini in un punto di raccolta sicuro in attesa che i genitori li venissero a prendere. Dal 2000 a oggi questo è il diciottesimo incidente mortale che si verifica in Italia in una fabbrica di fuochi d’artificio. Una strage che ha fatto 58 vittime. L’elenco degli incidenti più gravi degli ultimi anni. «Si tratta probabilmente di una delle piu’ grandi tragedie accadute in questo settore produttivo cosi’ importante per la nostra identita’ culturale». Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, che e’ stato a Modugno sul luogo della tragedia verificatasi nella fabbrica di fuochi di artificio Bruscella. «Un dolore fortissimo – ha detto Emiliano – che ha la delega alla protezione civile – quello di dover accettare che persone straordinarie, che hanno donato negli anni tanta bellezza e tanta felicita’ a chi ha potuto ammirare la loro opera abbiano perso la vita vittime del loro pericoloso lavoro». «I feriti e i familiari delle vittime – aggiunge – sentano l’affetto di tutta la Regione Puglia che si stringe attorno a loro in questo momento di dolore». Emiliano si e’ soffermato a parlare con le forze dell’ordine dopo essersi addentrato nel perimetro di sicurezza, lungo il viale di accesso dell’azienda. Fuori dalla fabbrica ci sono ancora familiari ed amici.

ULTIME NEWS