Pubblicato il

Mecozzi sull'Oriolo: "Finalmente hanno ammesso che sbagliavano"

Mecozzi sull'Oriolo: "Finalmente hanno ammesso che sbagliavano"

CIVITAVECCHIA – “Finalmente anche Floccari lo ha ammesso: l’Oriolo con i suoi 3 milioni di litri al giorno farà la differenza. Hanno iniziato a fare in ritardo quello che suggerivo da mesi ovvero riparare l’Oriolo. Ora ammettono l’errore. Ma adesso bisogna aspettare che ci riescano”. Il consigliere del Polo Democratico Mirko Mecozzi torna ancora una volta sul problema acqua, che al di là dei proclami e delle rassicurazioni, non è ancora stato risolto. Con molti cittadini che, già al mattino, si trovano con i rubinetti a secco e sono costretti quotidianamente a fare scorta di acqua. “In verità avevo chiesto anche le dimissioni dell’assessore Massimo Pantanelli – ha aggiunto Mecozzi – che era rimasto sulla linea “no all’Oriolo” e quindi “buona sete a tutti”. Ma Pantanelli si deve essere già dimesso. Di sicuro c’è che non parla e lascia che a gestire sia il consigliere Fulvio Floccari come presidente della Commissione lavori pubblici che invece – ha chiarito Mecozzi – è solo un organo di indirizzo senza poteri di spesa e di firma. Quindi evidentemente Floccari decide e Pantanelli, assessore semi-dimesso, firma. Intanto la città continua ad essere oltraggiata da un disservizio idrico senza precedenti pari ad un paese di terzo mondo dove la gente pur a fronte di un’illusione ottica si adopera instancabilmente a ballare la danza della pioggia. Inimmaginabile per una città che aspira ad essere protagonista del proprio futuro. Quale? Quello – ha sottolineato il consigliere del Polo democratico – con i rubinetti a secco per buona metà della giornata, quella avvolta dai miasmi puzzolenti di cumuli di immondizia stipati ai bordi delle strade che gridano vendetta per i numerosissimi crateri aperti che nessuno ormai più ripara, per le erbacce che sono diventate elementi di decoro fissi sulle banchine delle strade, ed intanto l’acqua dell’Oriolo continua ad alimentare i fossi di campagna”.

ULTIME NEWS