Pubblicato il

Alitalia: «Se si continua a puntare sui voli low cost lasceremo Fiumicino»

Alitalia: «Se si continua  a puntare sui voli low cost lasceremo Fiumicino»

FIUMICINO – «Se Fiumicino continuerà a puntare su compagnie low cost e servizi mediocri – afferma in una notala compagnia aerea -Alitalia sarà costretta a spostare la sua crescita altrove». Queste le dure parole che arrivano insieme al conteggio dei danni subiti dal vettore in conseguenza dell’incendio divampato il 7 maggio scorso all’aeroporto di Fiumicino. Da allora Alitalia ha perso 80 milioni di euro, ma potrà calcolare «l’ammontare totale dei danni subiti solo quando l’aeroporto tornerà a funzionare ai livelli pre incendio». A causa dell’incendio, prosegue l’amministratore delegato Alitalia, «abbiamo passato un periodo difficilissimo, ma abbiamo rinunciato a qualsiasi polemica e ci siamo concentrati interamente sul servizio ai passeggeri, per ridurne i disagi». Adesso, però, Alitalia è pronta a passare al contrattacco determinata a ottenere il risarcimento dei danni subiti «per la cancellazione di migliaia di voli e per le fragilità dell’infrastruttura aeroportuale nel suo complesso». “Abbiamo passato un periodo difficilissimo, abbiamo rinunciato a qualsiasi polemica e ci siamo concentrati interamente sul servizio ai passeggeri, per ridurne i disagi – ha detto Cassano ad Alitalia – Il nostro è un piano di rilancio complesso, in uno dei settori a maggiore competizione in Italia e nel mondo, l’aeroporto di Fiumicino non è ancora un’infrastruttura adeguata a fungere da hub di una compagnia con le nostre ambizioni”.

ULTIME NEWS