Pubblicato il

Iniziata in Ungheria la costruzione del muro al confine con la Serbia

Servirà a respingere i migranti. In Spagna un marocchino è morto soffocato in una valigia

Servirà a respingere i migranti. In Spagna un marocchino è morto soffocato in una valigia

BUDAPEST – Militari ungheresi hanno iniziato la costruzione della barriera al confine con la Serbia, all’altezza della località di Asotthalom, con la posa della struttura metallica messa in cantiere dal governo conservatore di Victor Orban per respingere i migranti che cercano di entrare da terra nell’Unione europea. Il piano del governo è quello di completare la costruzione della barriera alta quattro metri entro la fine del mese. Dall’inizio dell’anno sono stati 100mila i migranti entrati in Ungheria, l’80 per cento di loro proveniente da zone di guerra in Siria, Iraq e Afghanistan.
SPAGNA, MIGRANTE MUORE SOFFOCATO IN UNA VALIGIA – Un marocchino di 27 anni è morto asfissiato, nascosto in una valigia posta nel bagagliaio di una macchina, mentre tentava di entrare illegalmente in Spagna. Lo ha annunciato la Guardia Civil spiegando che il fratello della vittima si era imbarcato con la vettura su un traghetto che collega l’enclave spagnola in Marocco Melilla a Almeria. Il giovane voleva far entrare illegalmente il fratello minore in Spagna, nascosto nel veicolo, ma durante il viaggio ha scoperto che non respirava e ha avvertito l’equipaggio che ha cercato di rianimarlo, ma inutilmente. Il fratello maggiore è stato arrestato con l’accusa di omicidio colposo.

ULTIME NEWS