Pubblicato il

Ostia, straniera rapita e violentata per due giorni

ROMA-Rapita e violentata per due giorni. In manette sono finiti due cittadini romeni, di 34 anni e 35 anni, entrambi con precedenti e senza fissa dimora, per violenza sessuale e sequestro di persona ai danni di una ragazza polacca di 24 anni. Il tutto è successo la sera dello scorso 1 agosto, quando la donna, con evidenti segni di violenza su tutto il corpo, ha chiesto aiuto entrando in un ristorante situato a ridosso della pineta di Castelfusano. Subito sono stati allertati i soccorsi e i carabinieri hanno acquisito la descrizione dei due malviventi. E’ una vera e propria caccia all’uomo con controlli all’interno della pineta, qui è stata individuata la baracca dove era avvenuta la violenza. La vittima, da qualche anno in Italia e senza una fissa dimora nella capitale, ha raccontato che la mattina del 31 luglio si era diretta alla stazione della metropolitana «Lido Centro» in attesa di un autobus per recarsi all’Eur. Qui, i due uomini, vedendola in difficoltà, le si sono avvicinati e si sono offerti di aiutarla per accompagnarla all’Eur. Con delle scuse, i due l’hanno spinta a seguirli e, fatte poche centinaia di metri in direzione di Castelfusano, l’hanno aggredita trascinandola in una baracca all’interno della pineta di Ostia. Qui la donna è stata violentata e picchiata, obbligata a rimanere segregata dai due malviventi per due giorni, e solo approfittando di un momento di distrazione dei suoi aguzzini è riuscita a scappare e a chiedere aiuto.

ULTIME NEWS