Pubblicato il

Tidei:«Pascucci si riferisce a me»

Tidei:«Pascucci si riferisce a me»

L’esponente del Pd racconta la sua versione dell’incontro con il sindaco di Cerveteri: "Era un appuntamento politico, non tecnico: mi ha chiesto di intercedere per il suo ingresso nel partito"

CERVETERI – È Pietro Tidei il politico Pd chiamato in causa dal sindaco Alessio Pascucci in merito alla discussione delle linee guida del piano regolatore.

A supporre questo, è proprio il diretto interessato. Raggiunto telefonicamente, Pietro Tidei dichiara: «Ho letto l’articolo de La Provincia ed è chiaro il riferimento a me». Per Tidei però l’occasione dell’incontro con Pascucci non sarebbe stata una chiacchierata tecnica, ma un vero e proprio incontro politico richiesto da Pascucci al fine di ottenere un’intercessione per entrare nel Pd. Di diverso avviso era stato il sindaco di Cerveteri che aveva invece riferito di un incontro nel quale, a questo punto si può dire, Tidei avrebbe invece caldeggiato la causa di alcuni ‘‘latifondisti’’ locali.

Due versioni contrapposte che sicuramente accenderanno un dibattito.

Tidei dichiara anche ulteriori elementi dell’incontro.

Egli infatti, a fronte di un ipotetico ingresso di Pascucci nel Pd, avrebbe posto il problema della giunta per la quale sarebbe stato necessario un azzeramento totale. A questo punto viene da chiedersi se il Pd di Cerveteri sia o meno a conoscenza di una possibile trattativa tra Tidei e Pascucci e se con quest’ultimo era condivisa la linea di un ipotetico rimpasto in giunta.

Un’ipotesi difficile da ritenere concretizzabile alla luce del fatto che uno dei dogmi del circolo ceretano, elemento necessario anche solo per ottonere una tessera, è sedere tra i banchi dell’opposizione.

L’incontro poi si sarebbe allargato al tema del patto territoriale per il quale Pascucci avrebbe dichiarato a Tidei di «avererlo completamente bruciato».

Sui patti territoriali la questione posta da Tidei riguarderebbe la vicenda Ostilia.

«Bruciare i patti territoriali è un suo diritto anche se votati all’unanimità dal consiglio comunale, però poi avallare lottizzazioni riconosciute da due sentenze del Tar, una del Consiglio di stato mi pare un po’ azzardato».

La dichiarazione di Tidei a questo punto sancisce l’esistenza di un incontro con Pascucci su temi politici e legati a vicende urbanistiche. Va ora trovato il rapporto di causa ed effetto tra i due argomenti.

ULTIME NEWS