Pubblicato il

Per chi sgarra multe fino a mille euro. Ma si pensi anche alla ditta»

Per chi sgarra multe fino a mille euro. Ma si pensi anche alla ditta»

Paola Rocchi interviene sull’inasprimento dei provvedimenti per chi esegue male la raccolta differenziata

SANTA MARINELLA – Uno dei punti discussi nell’ultimo consiglio comunale è stato quello della modifica dell’articolo del regolamento per la gestione dei rifiuti urbani, che di fatto consiste in un inasprimento delle multe a tutti quei cittadini che eseguono male la raccolta differenziata, compresi i condomini. Esporre sacchi e cassonetti contenenti rifiuti sulla strada in giorni od orari diversi stabiliti dall’amministrazione, fino ad oggi corrispondeva ad una multa che andava dai 50 ai 500 euro. La delibera approdata in consiglio distingue fra persona fisica e condominio. In questo caso arriva la stangata perché, la multa va da 500 a 1.000 euro. «L’utilizzo improprio dei contenitori adibiti alla raccolta – dice il consigliere Paola Rocchi – sarà sanzionato con multa doppia, nella sanzione minima (non più 25 euro ma 50). Stesso trattamento è riservato a chi non usa le buste per umido e secco e per gli esercizi commerciali, associazioni o singoli che non puliscono aree pubbliche. Qui la multa si quadruplica da 100 euro a 500 euro. Insomma il classico giro di vite, auspicabile ma tardivo e rivolto solo ai cittadini, come se la responsabilità della sporcizia della nostra città fosse solo di quest’ultimi. Di fronte a questi inasprimenti potremmo infatti essere pure d’accordo, se lo stesso trattamento venisse però applicato ad eventuali inadempienze della ditta che si occupa dell’igiene urbana della nostra città». 
Gi.Ba.

ULTIME NEWS