Pubblicato il

Grasso: "Un segnale di resa totale"

Grasso: "Un segnale di resa totale"

Il capogruppo della Svolta Massimiliano Grasso commenta la crisi  di Hcs: "Svalutati 5,7 milioni di crediti della tariffa rifiuti". Il Pd chiede le dimissioni di Cozzolino e del superliquidatore Micchi

CIVITAVECCHIA – La crisi della partecipate preoccupa, e non poco. Soprattutto perché ancora ad oggi non si vede una prospettiva chiara e definita di quello che sarà il futuro. Per il piano industriale è stato chiesto del tempo, da luglio a settembre, perché la squadra di tecnici è stata ‘‘spostata’’ sul progetto da presentare alla Corte dei Conti per evitare il dissesto.  I 5,7 milioni di euro di perdita di Hcs fanno riflettere. «Una perdita – ha spiegato il capogruppo della Svolta Massimiliano Grasso – dovuta alla svalutazione da 5,7 milioni di euro di crediti della tariffa rifiuti, con un fondo di svalutazione che ha raggiunto la cifra dei 16 milioni, oltre l’ammontare del credito stesso. Ma al di là dei numeri, a fronte tra l’altro dei circa 200 mila euro dello scorso anno, viene fuori tutta l’incapacità nella riscossione. Ma non solo: svalutare, seppur prudenzialmente, 5,7 milioni di euro è un segnale di resa totale. Perché svalutare significa che l’amministrazione ritiene di non riuscire ad incassare nulla, nonostante siano crediti esigibili. Ecco perché, così, si rischia di innescare un circolo vizioso che potrebbe spingere gli stessi cittadini a non pagare». Secondo Grasso, dopo un anno di attesa, oggi la situazione preoccupa. «Dove andremo? – si chiede – purtroppo la risposta è implicita. Con un liquidatore che si è segnalato solo per rimborsi e ferie lunghe».
La segreteria del Pd, intanto, parla di disastro della Giunta Cinque Stelle. «La notizia del disastro della gestione delle società comunali nel 2014, ce la aspettavamo – hanno sottolineato – non ci attendevamo però una dimensione del danno così estesa. Sembra inoltre che la semestrale (primi sei mesi 2015, tutti sotto la responsabilità 5 stelle) siano ancora peggio. Innumerevoli sono gli errori fatti. I civitavecchiesi intanto aspettano di vedere il frutto di compensi stratosferici del liquidatore. Non se ne può letteralmente più. Il Pd chiede formalmente a Cozzolino e Micchi di dimettersi immediatamente alla luce di tali disastrosi risultati».

ULTIME NEWS