Pubblicato il

Il Papa contro il lavoro domenicale: «Il profitto vuole mangiarsi anche la festa»

Papa Francesco difende il diritto a riposare la domenica e attacca «l’ideologia del profitto e del consumo» che «vuole ‘mangiarsi’ anche la festa». Bergoglio approfitta della tradizionale udienza generale del mercoledì, dedicata sempre alla catechesi sulla famiglia, per una nuova presa di posizione sull’esigenza di rispettare la dignità del lavoro, che passa anche attraverso il giusto peso da dare alle attività di ogni giorno e alle necessarie pause, soprattutto quelle festive.

«Senza venire meno ai doveri nel mondo del lavoro – afferma il Pontefice – il tempo della festa è un momento di familiarità che sospende il lavoro professionale nell’ingranaggio della macchina produttiva, che fa bene e che ricorda all’uomo e alla donna che sono fatti a immagine di Dio, il quale non è schiavo del lavoro ma Signore: anche noi, dunque, non dobbiamo mai essere schiavi del lavoro. C’è un comandamento che riguarda tutti, nessuno escluso. Invece, sappiamo che ci sono milioni di uomini, di donne e addirittura di bambini che sono schiavi del lavoro, che in questo nostro tempo sono sfruttati: questo va contro Dio e contro la dignità della persona umana».

«L’ossessione del profitto economico e l’efficientismo della tecnica mettono a rischio i ritmi umani della vita. Il tempo di riposo, soprattutto quello domenicale, è il forte monito di Francesco, è destinato a noi perchè possiamo godere di ciò che non si produce e non si consuma, non si compra e non si vende». Invece «vediamo che l’ideologia del profitto e del consumo vuole ‘‘mangiarsi’’ anche la festa, che viene ridotta anch’essa a un affare, a un modo di fare soldi e di spenderli: ma è per questo che lavoriamo?»

Il Papa conclude con un appello particolarmente attuale alla luce di recenti episodi che hanno visto giovani morire in discoteca. «I ritmi sregolati della festa, fanno vittime; spesso giovani. La festa è un dono prezioso: non roviniamolo! La festa è un’invenzione di Dio, che ci insegna l’importanza di dedicare un tempo a contemplare e a godere di ciò che nel lavoro è stato ben fatto».

ULTIME NEWS