Pubblicato il

«Lo volevo portare in macchina»

Omicidio Vannini: la rivista ‘‘Giallo’’ pubblica  le dichiarazioni di Antonio Ciontoli al pm

Omicidio Vannini: la rivista ‘‘Giallo’’ pubblica  le dichiarazioni di Antonio Ciontoli al pm

LADISPOLI – «Credevo di poterlo portare con la mia macchina in ospedale e per tale motivo cercavo di vestirlo con una maglietta e dei pantaloncini, perchè era nudo e lo volevo portare in macchina». Sarebbero state queste le parole, come riportato dal settimanale ‘‘Giallo’’, che avrebbe pronunciato Antonio Ciontoli davanti al pubblico ministero alla domanda del perchè avesse perso tanto tempo nel soccorrere Marco Vannini e perchè avesse annullato la chiamata al 118.
Tempo prezioso, anche a fronte di quanto detto da Ciontoli, che davanti agli inquirenti ha dichiarato che si è trattato di un fatale incidente mentre Marco stava facendo una doccia, durante il colloquio con il pubblico ministero: «Marco non rispondeva più e aveva degli spasmi». Torna quindi il fatidico interrogativo: Marco si sarebbe potuto salvare?  Domanda intorno alla quale tutta la famiglia Vannini si interroga, continuando a pensare che Marco sia stato assassinato, che quindi ci sia un movente, forse una lite, dietro il colpo di pistola. Spiegazioni che solo gli esami balistici e scientifici, ormai slittati a dopo la fine dell’estate, potranno dare.

ULTIME NEWS