Pubblicato il

Cresce la frenesia in vista del 51° Palio delle Contrade di Allumiere

Il 19, 20 e 21 agosto feste nelle varie Contrade

Il 19, 20 e 21 agosto feste nelle varie Contrade

ALLUMIERE – Tutto pronto ad Allumiere in vista del prossimo weekend che vedrà svolgersi la 51^ edizione del Palio delle Contrade. La manifestazione è promossa dall’amministrazione comunale in collaborazione con la Pro Loco. Come ogni anno, infatti, il primo fine settimana dopo ferragosto si svolge questa manifestazione folkloristica, la più sentita ad Allumiere e nel comprensorio, che consiste in una corsa di asini al fantino uno per ogni Contrada. Il Palio si articola in varie fasi: alle 19 di sabato 22 agosto si svolge la prova, sulla pista di tufo, degli asini che correranno il Palio, detta “Provaccia”, al termine della quale si può assistere a due entusiasmanti batterie che assegnano il premio della prima competizione del fine settimana del Palio, ossia il “MiniPalio”. A seguire il sindaco procederà a premiare sul balcone del Palazzo Comunale la Contrada vincitrice del Mini Palio e poi comincerà la ‘‘Notte Colorata’’: ogni Contrada offre uno spettacolo musicale nel cuore del proprio territorio con degustazione di dolci e vino locale e, quindi, fino a tarda notte si svolge una festa interminabile, allegra e ricca di folklore, musica, cibo, spettacolo, iniziative per grandi e piccini ed è garantito il divertimento per persone di ogni età. Domenica 23 agosto di mattina c’è la benedizione dei somarelli, e la “punzonatura”, operazione con la quale gli asini vengono abbinati ad un numero che servirà per la loro identificazione. Nel pomeriggio, alle ore 17, ha inizio il vero e proprio Palio delle Contrade, con la sfilata in costumi cinquecenteschi di ogni singola contrada, chiusa da un grande carro trainato da buoi che trasporta il Palio, detto “Cencio”, che verrà issato sulla loggia del Palazzo Comunale. A questo punto la manifestazione entra nel vivo, con la corsa degli asini. La corsa è suddivisa in 3 “batterie”, nelle quali si affrontano gli asini di ogni Contrada e i relativi fantini. Alla fine si sommano i punti ottenuti e la Contrada che ottiene il punteggio più alto, vince l’ambito “Cencio”, che viene calato nelle braccia dei contradaioli che lo portano festanti nella loro Contrada; la sera la Contrada vincitrice offre una grande festa con spettacoli musicali.

In paese sono tutti all’opera: l’amministrazione comunale sta mettendo a punto il piano viabilità, l’Assessore Superchi e la Pro Loco sono alle prese con l’organizzazione capillare dei vari momenti del Palio; nelle Contrade, poi, è tutto un fervere di attività: le sarte stanno sistemando gli abiti; gli sbandieratori stanno provando le performance; fantini e addetti alla stalle stanno allenando al massimo i somari e i supporter di una o dell’altra Contrada stanno creando striscioni, inventando cori e preparando le coreografie che domenica ‘’coloreranno’’ le varie tribune. Intanto in parrocchia è esposto il Cencio 2013 dipinto dall’artista Maria Luisa Taranta che andrà alla Contrada vincitrice. Il tema del Palio 2015 è ‘‘Anno internazionale della luce: 1915-2015 centenario del primo impianto di illuminazione pubblica ad Allumiere’’.   

Intanto le Contrade sono all’opera per dar vita alle ”Cene del Contradaiolo”: come vuole la tradizione durante la settimana che precede il Palio ogni Contrada nel proprio quartier generale da vità a una cena ”allargata” anche a chi vuole mangiare bene e respirare unclima famigliare e goliardico. 

Domani, 19 agosto, si terranno le cene del Burò (in piazza G. da Castro)  e nella frazione di La Bianca. Il 20 nel piazzale dei Partigiani festa della Nona e al Ghetto; il 21, infine, a festeggiare saranno le Contrade Polveriera e Sant’Antonio

ULTIME NEWS