Pubblicato il

Giardina (Sel): «Il Pd interagisca con referenti regionali»

Preoccupazione per la situazione della discarica di Bracciano nei comuni limitrofi

Preoccupazione per la situazione della discarica di Bracciano nei comuni limitrofi

CERVETERI – Desta preoccupazione la situazione della discarica di Cupinoro dopo le recenti notizie sia della richiesta di rinvio a giudizio di Marchesi, a.d. della Bracciano Ambiente, sia della condanna in primo grado del sindaco Sala a pagare al Comune di Bracciano 900.000 euro. Una condanna che deriverebbe dal parziale funzionamento di un impianto di trattamento del percolato, la cui realizzazione era obbligatoriamente richiesta nell’Autorizzazione Integrata Ambientale rilasciata dalla Regione Lazio nel maggio 2007 alla Bracciano Ambiente. Situazione che ha indotto nei giorni scorsi il sindaco di Bracciano a prendersi del tempo per riflettere e per valutare la sua situazione di primo cittadino. Un quadro che ha allarmato anche la politica dei paesi limitrofi conferitori come Cerveteri dove ad interventire sull’argomento è stato Roberto Giardina, coordinatore Sel. «Le recenti notizie catastrofiche sulla situazione di Cupinoro, in balia di una programmazione giornaliera, che non rispetta in nessun modo i parametri ambientali per la gestione dei rifiuti – ha dichiarato Giardina –  inducono a sollecitare le coscienze di tutti, e soprattutto delle forze politiche che rispecchiano la coalizione in regione Lazio». Il coordinatore Sel ha quindi invitato anche la Segreteria del Pd locale e il suo capogruppo al Consiglio Comunale «ad interagire a difesa del nostro territorio, vilipeso da decenni». Per Giardina  «è necessario portare istanza comune in Regione, unico luogo deputato a risolvere questi problemi». «Così come Sel interagisce sui propri referenti regionali, sarebbe opportuno che anche il Pd locale, sempre partecipe alle manifestazioni locali, agisca con fermezza presso i propri referenti” ha affermato Giardina. «Siamo disponibili ad interagire con i referenti di Sel e Pd in modo congiunto – ha concluso il coordinatore – per far si che la battaglia venga vinta».
 

ULTIME NEWS