Pubblicato il

Vibrate proteste contro le deiezioni nei parchi pubblici

Caso eclatante nell’area verde di piazza Civitavecchia

Caso eclatante nell’area verde di piazza Civitavecchia

S. MARINELLA – La scarsa sensibilità dei conduttori dei cani, che con scarso senso civico portano gli ‘‘amici a quattro zampe’’ a fare i loro bisognini nei parchi pubblici, sta creando vibrate proteste da parte dei frequentatori degli spazi verdi. Il caso più eclatante è quello dei giardini comunali di piazza Civitavecchia. Diversi padroni dei cani, che solitamente portano i loro animali alla consueta passeggiata per favorirli alle deiezioni, sono soliti entrare nel giardinetto, un luogo dove intere generazioni di residenti hanno trascorso la loro infanzia tra una partita di pallone e una chiacchierata pomeridiana, e sporcano in ogni dove. Oggi, il giardinetto, è divenuto un luogo di incontro degli anziani del centro cittadino, dove passano i loro pomeriggi e le serate a parlare del più e del meno, ma purtroppo sono costretti a convivere con la presenza di persone che tengono al guinzaglio i cani e li accompagnano sull’erbetta del giardino per fare i loro bisogni. Alcuni anziani hanno protestato con queste persone che, senza mostrare un minimo di sensibilità e rispetto per il prossimo, hanno risposto che in assenza di una ordinanza sindacale che vieta loro l’ingresso, sono autorizzati ad entrare con i loro animali. Ma evidentemente questi soggetti non conoscono le leggi nazionali che non consentono la presenza di cani in zone frequentate da bambini. Così come il regolamento comunale che cita alcune limitazioni per il passeggio dei cani. Per evitare quindi scambi di accuse o di arrivare addirittura alle mani, il sindaco farebbe bene ad emettere un’ordinanza, con tanto di segnaletica, che vieta ai conduttori dei cani di frequentare i giardini pubblici comunali. Resta poi il problema degli animali, che alzando l’amabile zampetta, segnano il loro territorio. Sotto questo aspetto, le guardie zoofile comunali, avvertono in questi casi, i padroni dei cani devono essere muniti di una bottiglia d’acqua per smaltire il liquido schizzato sui muri, sugli alberi o sulle ruote delle auto. Previste multe.

ULTIME NEWS