Pubblicato il

Riflettori accesi a S. Marinella per l’omaggio a Ingrid Bergman

Anche l’associazione culturale ‘‘S. Marinella Viva’’ ha partecipato al convegno. Proiettate e commentate alcune scene dei film italiani interpretati dall’attrice

Anche l’associazione culturale ‘‘S. Marinella Viva’’ ha partecipato al convegno. Proiettate e commentate alcune scene dei film italiani interpretati dall’attrice

SANTA MARINELLA – L’associazione culturale ‘‘Santa Marinella Viva’’, su invito dall’Istituto Italiano di Cultura ‘‘C.M. Lerici’’, ha partecipato al convegno ‘‘Omaggio a Ingrid Bergman’’ ed ha allestito la mostra fotografica dal tema ‘‘Ingrid Bergman a Santa Marinella’’. Erano presenti il direttore dell’istituto dottoressa Virginia Piombo, l’addetto culturale dell’ambasciata di Svezia in Italia Ann Louice Dahlgren, l’addetto militare dell’Ambasciata Italiana in Svezia, il regista Stig Bjorkman autore del film ‘‘Io sono Ingrid’’, in cui la Bergman campeggia nella sua villa di Santa Marinella, proiettato in anteprima a Stoccolma lo scorso 24 agosto, con la famiglia Rossellini al completo. Il film, accolto molto favorevolmente dalla critica, uscirà prossimamente a Roma, New York, Londra e Parigi.

L’evento è stato patrocinato da Rai Teche, dall’Ambasciata di Svezia in Italia e dal Comune di Santa Marinella. Sono state proiettate e commentate alcune scene dei film italiani interpretati dalla Bergman per la regia di Rossellini e l’episodio del film ‘‘Siamo Donne’’, girato a Santa Marinella nel 1953, in cui una brillante Ingrid Bergman esprime un meraviglioso elogio di questa città e un’intervista del 1975 di Luciano Rispoli alla Bergman, che risponde con commovente sensibilità e semplicità anche alle domande personali. Il regista Stig Björkman ha raccontato l’incontro nel 2010 con Isabella Rossellini al Festival del Cinema di Berlino la quale, avvicinandosi per salutarlo, gli chiese se voleva fare un film sulla mamma. Stig non se lo fece ripetere due volte e accettò immediatamente. Il regista ha visitato i luoghi dove è vissuta l’attrice compresa Santa Marinella, dove ha fatto riprese nella mitica Villa Bergman Rossellini al km 58 della via Aurelia e dove ha incontrato l’Associazione Santa Marinella Viva.

La direttrice dell’istituto, dopo aver letto il messaggio di saluto del vicesindaco Carlo Pisacane, evidenziando l’importanza della collaborazione tra l’associazionismo e il Comune per la riuscita di questo evento culturale, ha invitato la presidente Sonia Signoracci a illustrare l’attività della sua associazione e il professor Livio Spinelli, dopo aver presentato e distribuito la pubblicazione da lui realizzata “Santa Marinella tra Roma e Hollywood” ha rivolto un invito a tutti gli svedesi presenti a visitare Santa Marinella.

«Sono rimasta letteralmente stupita e commossa dal lungo e caloroso applauso con cui ci ha accolto il pubblico svedese – dice la Signoracci – che ha gradito molto l’episodio del film Siamo Donne, mostrandosi divertito ed emozionato nel vedere questa meravigliosa attrice nella sua vita quotidiana». «Nel mio intervento – dice la Signoracci – ho illustrato la mostra fotografica della mia associazione e l’amore che la nostra città conserva ancora per Ingrid Bergman e per tutta la famiglia Rossellini».

ULTIME NEWS