Pubblicato il

Sono 16 mila i docenti vicini al posto fisso

Circa 7 mila docenti in mobilità da sud a nord, più o meno lo stesso numero dell’anno scorso con una significativa differenza: lo scorso anno questi docenti erano supplenti, quest’anno hanno un posto fisso. 
Lo ha detto in una conferenza stampa il ministro dell’Istruzione Stefania Giannini, la quale ha anche annunciato un secondo blocco di assunzioni.  
Partiranno giuridicamente il primo settembre, saranno fatte entro la prima metà di novembre: 55 mila i posti di docenza per il potenziamento, circa 7 insegnanti in più per ogni scuola.
Allo scoccare della mezzanotte e un minuto, gli insegnanti precari, attraverso una email del Miur, hanno saputo  se sono stati assunti e dove. Si tratta dei circa 60 mila docenti precari coinvolti nella fase B del piano di immissioni in ruolo della riforma della Buona scuola e relativa collocazione sui futuri albi territoriali gestiti dai presidi, spiega l’Anief in una nota, ma saranno solo 16 mila (in realtà 10 mila, uno ogni sei) a ricevere la proposta di assunzione attraverso il sistema informativo del Miur.
Secondo fonti ministeriali, non si è registrato nessun affollamento anomalo nella procedura e tutto è filato liscio. (Ansa)

ULTIME NEWS