Pubblicato il

Il padre di Aylan a Kobane per seppellire la famiglia

la sua foto ha sconvolto il mondo – Abdullah Kurdi, il padre del piccolo Aylan, è arrivato ieri mattina a Kobane per seppellire la famiglia, morta nel naufragio al largo della costa turca di Bodrum nella notte di mercoledì. L’uomo è giunto nella martoriata città curdo-siriana attraverso la frontiera turca di Suruc, accompagnato da alcuni deputati turchi dell’Akp del presidente Recep Tayyip Erdogan e del filo-curdo Hdp, tra cui Dilek Ocalan, la nipote del leader in prigione del Pkk. Aylan, il bimbo di tre anni annegato nel tentativo di raggiungere Kos, fotografato sulla battigia a Bodrum, è diventato senza volerlo un simbolo mondiale della tragedia dei migranti. «Quando la barca si è rovesciata, ho preso mia moglie e i miei bambini tra le braccia ma mi sono accorto che erano morti». Parla piano per la commozione, con voce flebile Abdullah Kurdi.

ULTIME NEWS