Pubblicato il

In arrivo il progetto ‘‘Dada’’ per l’innovazione a scuola

La Salvo d'acquisto di Cerveteri apre l'anno scolastico all'insegna dell’avanguardia in classe

La Salvo d'acquisto di Cerveteri apre l'anno scolastico all'insegna dell’avanguardia in classe

CERVETERI – Dopo la sperimentazione in due licei della capitale, finalmente anche in provincia approdano misure d’avanguardia frutto di una lenta e puntigliosa progettazione didattica che da qualche anno è già in atto. La Salvo D’acquisto di Cerveteri aprirà le porte della scuola secondaria con una grande innovazione: il progetto Dada (Didattica in ambienti di apprendimento). In quest’ottica il progetto Dada nasce dall’idea di  valorizzare il buono del nostro sistema educativo, colmare il gap con i best performers europei, migliorare ed incrementare il successo scolastico di ciascuno studente favorendone dinamiche motivazionali  e di apprendimento efficaci per l’acquisizione delle abilità di studio proprie del Lifelong Learning (apprendimento lungo tutta la vita).
L’attuazione di Dada, con la creazione di ambienti di apprendimento attivi, dove gli studenti diventano sempre di più soggetti positivi della propria formazione, intende favorire la diffusione, nella didattica quotidiana, di approcci operativi che tengono conto della ‘‘piramide dell’apprendimento’’ in cui il «fare” garantisce una migliore sedimentazione delle conoscenze oltre che  l’acquisizione di abilità e competenze. Il ripensamento della modalità di fruizione degli spazi educativi implica una necessaria fluttuazione da parte degli studenti tra le “isole didattiche”». La dirigente scolastica spiega che, proprio nel momento in cui nella scuola si sta soffrendo una grave mancanza di punti di riferimento e di certezze,  ci è imposto di  fare una scelta di qualità per mettere in moto una spirale motivazionale che coinvolga docenti e discenti. «E’ più di un anno, spiega la Ceccarelli – che stiamo studiando, progettando  e creando con i professori un sistema nuovo, più flessibile che possa migliorare ancora il nostro sistema qualitativo. Gli assiomi saranno: accoglienza,comprensione, valorizzazione del singolo alunno, potenziamento delle eccellenze, inclusività e gioco di squadra anche in continuità anche con la scuola primaria e dell’infanzia che ogni anno sono più apprezzate». La dirigente afferma che i grandi successi sono merito  del corpo docente unito, armonico  e frizzante che dà vita  ad  un istituto comprensivo coeso e forte. L’avventura inizierà il 15 settembre.

ULTIME NEWS